R.C. Auto
553

Testo di legge Bersani: la classe di merito quando si mantiene?

Il testo della legge Bersani offre la soluzione a (quasi) tutti i dubbi che potrebbero sorgere in un cliente che dovesse accingersi a stipulare una polizza R.C. Auto.

Vediamo innanzitutto cosa dice il testo preciso del paragrafo 4bis, e da lì cerchiamo di dare risposta ai dubbi più frequenti riguardanti questo decreto:

estratto dal decreto-legge del 31/01/2007, n. 7, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 26 dell’1 febbraio 2007).

4-bis. L’impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia’ titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo’ assegnare al contratto una classe di merito piu’ sfavorevole rispetto a quella risultante dall’ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo.)

Da queste poche righe possiamo dare risposta ad una serie di domande tra le più comuni quando si desideri usufruire delle agevolazioni della legge Bersani.

Legge Bersani

Posso, grazie alla Legge Bersani, passare la mia classe di merito da una tipologia ad un’altra di veicolo?

La risposta è NO. Il decreto Bersani parla di medesima tipologia di veicolo, percui la classe di merito si passerà tra autovettura e autovettura, ad esempio, ma non tra autovettura ed autocarro. Stesso discorso vale per passaggi della classe di merito tra ciclomotori (validi solo con altri ciclomotori e non, ad esempio da ciclomotore a motociclo o motocarrozzetta).

Posso grazie alla Legge Bersani, passare la mia classe di merito da un’auto all’altra appartenenti alla stessa persona giuridica?

La risposta è NO. Il decreto Bersani parla esplicitamente di persona fisica, quindi non è valido per imprese, società e persone giuridiche di qualsiasi genere.

Posso grazie alla Legge Bersani prendere la classe di merito di un’altra persona?

La risposta è SI’, a patto che si tratti di un familiare stabilmente convivente all’interno del proprio nucleo familiare (fatto che deve risultare dallo Stato di famiglia, che è buona norma avere dietro quando si fa una polizza in questa maniera -le compagnie assicurative in ogni caso possono richiedervelo-). Non posso prendere la classe di merito di mio cugino, di mio padre che non siano stabilmente conviventi con me, né della mia coinquilina, che pur convivente non è una mia familiare.

Una compagnia di assicurazione può rifiutarsi di applicare la Legge Bersani?

La risposta è NO, se la richiesta è in regola con i requisiti. Nel testo del decreto Bersani c’è scritto chiaramente “non può”. Ha altri modi per scoraggiarvi dallo stipulare la polizza con loro, se non dovesse gradirvi come cliente, ma lo vedremo più avanti.

Il veicolo che va a prendere la classe di merito con la Legge Bersani deve essere nuovo?

La risposta è NO, l’importante è che da quando voi lo avete acquistato non sia mai stato assicurato (nemmeno per un periodo brevissimo), percui può trattarsi ad esemio di un’automobile usata, a patto che ve la siate appena comperata! (o l’abbiate tenuta chiusa in garage priva di assicurazione fino ad oggi).

Per usufruire della Bersani (o farne usufruire un mio famigliare stabilmente convivente) devo avere una polizza assicurativa in corso?

Questo è il punto più spinoso: per le compagnie la risposta è SI’, ma sinceramente non capisco in base a quale punto della legge, siccome nel testo si parla di persona fisica già titolare di polizza assicurativa e non attualmente titolare … il requisito occorrente sembra essere il fatto che un mezzo sia già stato assicurato, ma domandate prima in agenzia perché le rettifiche in questi casi vengono mandate al cliente anche mesi dopo la stipula del contratto.

Per usufruire della Legge Bersani basta passarsi l’auto anche di padre in figlio, ad esempio?

Sembra incredibile ma la risposta è SI’, a patto che si rispetti la legge quando parla di “ulteriore veicolo della medesima tipologia”, escludendo quindi il caso di chi abbia una sola auto o moto. Via quindi a passaggi di proprietà tra madre e figlio, fratello e sorella e tutte le permutazioni possibili di famigliari stabilmente conviventi, a patto di rispettare il testo di legge.

Posso ereditare la classe di merito di un morto grazie alla Legge Bersani?

NO: è stato sancito che la classe di merito si eredita tra persone vive, i defunti sono stati lasciati fuori dalla legge!

In realtà queste sono solamente alcune delle domande più comuni relative a questa parte della Legge Bersani … mi rendo conto che l’argomento necessiti di ulteriori informazioni e chiarimenti, motivo per cui altri interventi approfondiranno altre argomentazioni relative alla Bersani per le assicurazioni. Nel frattempo rimango a disposizione sulle pagine di Assicuri blog per qualsiasi domanda o curiosità al riguardo!

Aggiornamento: grazie alle vostre domande ho potuto redarre un’importante precisazione circa l’attestato di rischio Bersani, la potete trovare seguendo il link.

assicuri.com

There are 553 comments

  • Alberto scrive:

    Buongiorno,
    avevo un contratto di noleggio con una società, ai me in liquidazione, che ha smesso di erogare i servizi e quindi della copertura assicurativa; il contratto prevedeva l’intestazione a me dell’auto,dopo la beffa del fallimento della società volevo usufruire del decreto Bersani, ma la societa’ ass. mi ha negato tale diritto perchè io già intestatario da più di un anno del veicolo (nonostante io abbia inoltrato documentazione che attesta che la copertura assicurativa era di competenza della società di leasing-intestataria del contratto assicurativo).
    Avendo dimostrato che di fatto, questa è la prima volta che assicuro quel veicolo non dovrebbero accettare la mia richiesta?

  • genny scrive:

    salve il mio caso e questo mia suocera deve regalare la propia auto a sua figlia puo usufruire della legge bersani sulla stessa auto?

  • pio scrive:

    Salve, se in passato è stato stipulato in contratto rca ad un persona fisica diversa dal proprietario,non indicandolo espressamente in polizza, in base a qualche legge è possibile passare quella classe di merito al leggittimo proprietario previa autorizzazione del contraente,precisazione: non conviventi e non parenti, ma il contraente vorrebbe regalare quella classe al proprietario .Se no, come fare per risolvere definitivamente il problema , visto che i modelli dei contratti prevedono queste due figure.

  • Andrea scrive:

    Buongiorno,
    possiedo 3 auto intestate a mio nome.
    – auto 1, classe CU 3, è l’auto che uso io
    – auto 2, classe CU 1, nella pratica è l’auto che usa mia madre
    – auto 3, classe CU 1 (ottenuta al momento dell’acquisto grazie al decreto Bersani da auto 2), è l’auto che usa mia moglie
    I 3 contratti di assicurazione sono tutti a mio nome.
    Mia madre ha una residenza diversa da quella mia e di mia moglie.
    Mia moglie e mia madre quindi non hanno una storia assicurativa anche se guidano da diversi anni (è tutto a mio nome).

    Mia madre si trova nella situazione che se volesse comprarsi un auto a suo nome e farsi un’assicurazione a suo nome, sarebbe costretta a partire dalla classe CU 14 anche se di fatto guida da tanti anni.
    Non vorrei che mia moglie un giorno si potesse trovare in questa stessa situazione (io potrei anche morire), quindi vorrei che cominciasse ad avere la sua storia assicurativa.

    1) E’ possibile fare il passaggio di proprietà della auto 3 (quella che usa mia moglie) da me a mio moglie pagandolo il dovuto, intestare a lei l’assicurazione (quindi tutto a suo nome) e avvalersi del decreto Bersani (usando l’auto 2 che ha classe CU 1) in modo che parta dalla classe CU 1?

    2) In alternativa è possibile semplicemente al rinnovo dell’assicurazione dell’auto 3 (quella che usa mia moglie) mantenere la proprietà a mio nome e intestare a mia moglie l’assicurazione (in modo che abbia una storia assicurativa) mantenendo la classe CU attuale?

    Lo scopo finale è che mia moglie in qualche modo abbia un’assicurazione a suo nome non dovendo partire dalla classe 14.

    Grazie

  • paola scrive:

    Buonasera,
    devo assicurare l’auto di mia madre. inizialmente l’auto era cointestata fra me e mia madre con contraente assicurazione mia madre che aveva usufruito del decreto bersani questa polizza è scaduta il 07/01/2013.ho di recente 01/03/13 fatto il passaggio di proprietà in suo favore quindi attualmente risulta lei la sola proprietaria del veicolo, volevo assicurarlo usufruendo del decreto bersani con la 2° auto di sua proprietà assicurato con un ‘altra compagnia con classe di rischio 1, ma ho letto che non si puo’ usufruire del decr bersani se il veicolo è stato gia assicurato dall’attuale proprietario. e’ VERO? in alternativa come potrei fare ? posso usare l’attestato di rischio della polizza scaduta il 01 gennaio o deve ripartire dalla 14 classe? grazie

  • Michela scrive:

    Buona sera,
    mi sono separata da mio marito, il quale mi ha ceduto un’auto a lui intestata, premetto che prima avevo una vettura a me intestata, ma l’attestato di appartenenza alla v° classe è scaduto al 13/01/2013, devo riparire dalla 14°

  • LUCA scrive:

    BUONGIORNO.ho un semplice dubbio.
    la mia ragazza convivente e facente parte del mio stato di famiglia e’ proprietaria di un’auto da 3 anni ed ha l’assicurazione intestata a lei classe 11.
    Puo’ prendere la mia classe(4) alla scadenza della sua usufruendo della legge bersani???

  • CLAUDIO scrive:

    Buongiorno
    mi chiamo Claudio , sono sposato da 15 anni e abbiamo gia approfittato del decreto Bersani con un’auto intestata a mia moglie, che però abbiamo venduto per acquistarne un’altra . Ci è venuta la brillante idea di cointestare l’auto e visto che abbiamo la separazione dei beni l’assicurazione ci ha detto che non possiamo usufruire del decreto B. E’vero ? come possiamo fare ? grazie.

  • Laura scrive:

    Buongiorno per usufruire del decreto Bersani l’agenzia mi chiede il certificato di stato famiglia. E’ sufficiente l’autocertificazione o devo per forza produrre il certificato in bollo da euro 14,92 ?
    Grazie
    Laura

  • Paolo scrive:

    Ho uno studio associato (associazione di persone fisiche e quindi non società) e abbiamo le macchine intestate allo studio.
    Io ho una classe 12 e il mio collega ha una classe 2, posso prendere la sua classe.
    Preciso che il proprietario delle macchine è il medesimo e il contraente delle assicurazione è sempre il medesimo, cambia il reale utilizzatore. e se si come faccio a farlo capire alla mia assicurazione????

  • Federico scrive:

    Salve,
    Devo comprare una macchina usata e devo ancora fare la residenza, se la faccio dove vive mio padre prendo la sua classe di merito? E se si dopo aver fatto l’assicurazione e cambio residenza rimarró con la stessa classe di merito?

  • Paolo scrive:

    Buongiorno,

    il 23/3/2007 mia moglie, convivente, stipulò il contratto di assicurazione per il veicolo appena acquistato (Croma) e le assegnarono la ultima classe, nonostante io avessi, con la stessa compagnia, il contratto di assicurazione della mia autovettura (Musa) con classe 4.
    Oggi scopro con stupore che dal 1/2/2007 era in vigore il decreto Bersani che prevedeva l’attribuzione della medesima classe del mio contratto.
    A parte cambiare assicurazione, cossa posso fare per recuperare sia i soldi ingiustamente pagati e, sopratutto, l’attribuzione di una classe migliore.
    Grazie

  • valentina scrive:

    Buonasera, vorrei avere delle informazioni su come mi potrei comportare nel seguente caso.
    Mio padre, mio convivente, ha un contratto assicurativo con scadenza maggio 2013 con classe di merito 12. Avendo avuto un incidente con la conseguenza che l’auto è da buttare, ora un meccanico mi ha detto che ha una macchina uguale che per poter circolare necessita di pezzi di ricambio. Essendo uguale a quella di mio padre, che è da rottamare userebbe i pz per riparare quella che ha li ferma. Una volta riparata si farebbe il passaggio di proprietà a nome di mio padre.
    Detto questo mi chiedo come posso procedere nel senso che:
    – devo disdire la polizza attuale e farne una nuova per l’auto “usata”?
    – posso fare un cambio targa sull’attuale polizza?
    – se devo disdire la polizza attuale devo presentare qualche documento obbligatorio? Perchè a dire la verità non si demolisce l’auto viene solo smembrata per utilizzarne i pz e quindi non devo dare nulla di soldi al meccanico per la demolizione
    – se devo fare una nuova polizza può usufruire per la 2 volta della legge bersani prendendo la mia classe di merito 8?

    Grazie mille della risposta

  • Fabio scrive:

    Ciao sono Fabio,
    Scusa il disturbo ma vorrei un informazione precisa sulla legge bersani. Mi spiego meglio: mio padre possiede due auto vetture di sua proprieta’ ed entrambe assicurate sotto il suo nome. Io vivo con lui nel suo stesso stato di famiglia e vorrei fare il passaggio di proprieta’ di una sua auto a me. Posso usufruire della legge bersani, prendendo quindi la sua stessa classe si merito? Premetto che ho 33 anni.
    PS: le sua assicurazione mi ha detto che non posso usufruire si tale legge, al meno che compro un altra auto nuova o usata e solo cosi sara’ possibile prendere la aua classe di merito.grazie
    Fabio

  • Matteo scrive:

    Buonasera, può mia sorella utilizzare la legge Bersani 2007 ed entrare con la mia classe di merito? (siamo residenti nel medesimo locale). Se si, io devo essere avvisato dalla compagnia o il passaggio é un suo diritto? Cioè se qualcuno nel mio nucleo familiare utilizza questa legge ha bisogno della mia autorizzazione? Se il diritto di merito é stato fatto senza che io sapessi nulla, cosa posso fare?

  • Paolo scrive:

    Salve, io ho una punto del 2004 acquistata usata 4 anni fa dal concessionario pagata da me ma intestata a mio padre. Ora vorrei acquistare un’auto nuova (mito gpl) e vorrei usufruire della legge Bersani per intestare completamente l’auto e l’assicurazione a me e prendere la classe di merito di mio padre. Però i miei genitori sono separati e mio padre ha la residenza da un’altra parte…e da quanto ho capito non si può.
    Ci sono soluzioni? Perchè ho sentito in giro che se compri un’auto nuova e mantieni quella vecchia si può usufruire del decreto Bersani in qualche maniera.
    Grazie :)

  • Marta scrive:

    Salve,

    sto per acquistare un’auto usata che mi viene venduta da un commerciante incaricato da un privato. Mi è già stato detto che il passaggio di proprietà avverrà non da privato a privato (io) bensì dalla sua ditta individuale a privato (io) e che non può essere fatto privatamente ma mi richiede 390€ per farlo tramite la rivendita/concessionaria dove lavora, e che se voglio una garanzia di 12 mesi devo pagare 500 euro in più. Volevo chiedere se tutto ciò è legale ed affidabile o se da privato ho modo di avere qualche diritto in più soprattutto riguardo la garanzia.. grazie

  • assicuri.com scrive:

    @Andrea
    può intestarla a qualsiasi familiare convivente, a parità di classe ereditata divrebbe essere indifferente da dove prenderla.
    @Gino
    usufruita lo rimarrà sempre, ma dopo 5 anni avrà l’attestato tutto a 0 sinistri.
    @Maria
    se sussistono i requisiti si può.
    @Mario
    veda la risposta di Gino.
    @Umberto
    no perché hanno considerato il veicolo già assicurato.

  • Francesco scrive:

    Buongiorno,
    la mia situazione è un po’ curiosa,
    3 anni fa, ho assicurato un motociclo ereditando la 10° classe da mio padre, facendo ancora parte del nucleo familiare.
    Quella polizza dopo una sospensione, non è stata più attivata ed è terminata.
    Adesso avendo cambiato residenza, vorrei continuare a mantenere la 10° classe ereditata 3 anni fa, è possibile?
    Una volta ottenuta una classe di merito, questa non vive di vita propria?

  • assicuri.com scrive:

    @Fabio
    può usufruire della classe di sua moglie, o partire dalla classe di merito più alta.
    @Ale
    si può fare, se lo ritiene opportuno.
    @Giuliano
    se c’è comunione di beni non dovrebbero esserci problemi, anche se in caso di cointestazione ogni compagnia fa un po’come meglio crede.
    @Andrea
    la Bersani serve ad acquisire la classe di merito, non prla di prezzi. In ogni caso le differenze e i tempi di riassorbimento variano a seconda delle compagnie.
    @Tiziana
    ritengo ci sia poco da fare, le confermo inoltre che il veicolo in teoria non doveva essere già stato assicurato in famiglia.

  • agostino scrive:

    salve mia moglie e tedesca vive e lavora in germania mentre io sono italiano vivo e lavoro in italia. posso prender ela sua classe di merito?

  • noemi scrive:

    Salve,
    ho la classe di merito di mio padre, ma dato che è in corso la separazione tra lui e mia madre e presto cambierà residenza vorrei sapere cosa succede alla mia classe. Inoltre anche io cambierò residenza poichè andro a vivere con il mio fidanzato. Continuerò ad avere la classe di merito 1?

    • assicuri.com scrive:

      Buongiorno, non esistono problemi, una volta che lei è proprietaria dell’auto nessuno può toglierle la classe di merito.

  • assicuri.com scrive:

    @Sorin
    la classe rimane sua
    @Alberto
    ritengo che purtroppo per lei abbia ragione la compagnia
    @Genny
    no
    @Pio
    non ci siamo capiti, la classe di merito è già del proprietario.
    @Andrea
    1- no
    2- sì, ma a sua moglie non adrebbe la classe di merito comunque.

  • robert scrive:

    Salve,io ho la macchina intestata a me per 1 anno e mezzo sono quasi nella 12 classe,sabato ho comprato una macchina a mia moglie vorrei sapere se e possibile trasferire la mia assicurazione sul nome e macchina di mia moglie visto che ho ancora quasi 5 mesi fino alla scadenza e pagare solo la differenza? grazie mille

    • assicuri.com scrive:

      Buongiorno
      i trasferimenti di polizza sono possibili solo in caso di cambio auto, e in ogni caso l’argomento non è strettamente inerente questo post.

  • assicuri.com scrive:

    @Paola
    se la polizza scaduta il giorno di Capodanno (?!!) è di una sua vettura può usare quella classe di merito.
    @Michela
    no può assicurarsi il nuovo mezzo con la classe del vecchio.
    @Luca
    no, a meno che non cambi auto.
    @Claudio
    è vero, potete fare un passaggio di proprietà e non cointestare più le auto.
    @Laura
    è sufficiente in carta libera, se riesce a farselo fare.

  • Manlio scrive:

    Salve, non ho piu l’auto da un anno, se io sottoscrivo di nuovo un rc auto, mi rimane il grado che avevo prima o riparto?

  • assicuri.com scrive:

    @Paolo
    se il proprietario è il medesimo e siete persone fisiche nessun problema.
    @Federico
    sì, per entrambe le domande.
    @Paolo
    temo non ci sia niente da fare ormai, in ogni caso è il cliente che deve informare l’assicuratore, non viceversa.
    @Valentina
    può fare un cambio di auto sulla stessa polizza, presentando però un certificato di rottamazione (dopo avere preso i pezzi la rottamerete, suppongo!).
    @Fabio
    ha ragione la sua assicurazione.

  • francesco scrive:

    io ho due auto intestate a me una con classe di merito 1 e l’altra con classe di merito 9
    ora io devo demolire la prima auto perché e’ andata e siccome nell’altra l’assicurazione sta scadendo posso io passare l’assicurazione della macchina demolita all’altra e diventare cosi’ 1 classe non rinnovando quella 9?

  • Nicoletta scrive:

    Buongiorno, sono Nicoletta. Posto perche’ non ho trovato un problema uguale al mio, nel blog..
    Ho ereditato la macchina di mio padre che ora e’ intestata a me e mia madre (con cui non convivo), la assicurazione intestata al papa’ scade tra poco.
    Posso intestare la nuova assicurazione a me prendendo la classe di mio marito (con cui convivo)?
    Grazie e complimenti per il blog veramente utile! Nicoletta

    • assicuri.com scrive:

      Buongiorno, sì lo può fare, a patto ovviamente che prima si intesti la vettura per evitare i problemi dati dalla cointestazione.

  • Achille scrive:

    Buonasera
    se cointesto un’auto, ma non siamo residenti posso usufruire del decreto Bersani ?

    Nello specifico mia moglie stà acquistando un’ auto e vorrebbe cointestarla o con mio padre o con il suo per poter usufruire della CU1, è possibile?

    Grazie
    Saluti

    • assicuri.com scrive:

      Buonasera Achille
      noi sconsigliamo sempre di cointestare le auto per diversi motivi che abbiamo già spiegato, ma se vuole può farlo, tenga comunque conto che solo uno dei 2 potrà avere la CU1, questa non verrà mai sdoppiata.

  • serena scrive:

    Salve,dopo un tamponamento, che in verità ha un danno superiore al valore della macchina, ho comprato un altro veicolo a cui ho fatto passaggio di proprietà.
    la mia domanda è questa, posso bloccare/ cessare.. l’attuale polizza per cessato rischio sulla vecchia auto e attivare una nuova polizza sull’altro veicolo senza perdere la classe di merito? dal 2009 mi sono avvalsa della legge bersani ed ora sono in prima. molti dicono che potrei arrivare alla 14 classe facendo così..ho bisogno di consigli. grazie

  • assicuri.com scrive:

    @Matteo
    no, la classe di merito deve essere di un veicolo attualmente assicurato.
    @Paolo
    sì, ma dovete essere conviventi, mentre per lei non vedo soluzione.
    @Marta
    non vedo attinenza con la legge Bersani.
    @Francesco
    sì, ma solo se ha pagato l’intera annualità.
    @Agostino
    lo ritengo difficile ma non impossibile, dovrebbe trovare una compagnia disposta ad accettarla.

  • Massimo scrive:

    Buonasera,
    mia moglie ha un’autovettura cointestata al fratello. Il tutto fu fatto per usufruire della legge Bersani. Oggi è in prima classe da molti anni senza aver mai avuto un sinistro.
    Ora il fratello ha la residenza in un’altra città e lei stessa l’ha cambiata.
    Temo che questa situazione possa aver fatto decadere i benefici della Bersani, oppure no?
    Come si può fare per intestare il veicolo solo a lei senza però perdere la classe di merito?
    Le assicurazioni calcolano il premio sul più rischioso dei 2 che risulta essere proprio il fratello.
    Grazie
    Massimo

  • ada scrive:

    L’auto è mia. Decido con passagio propr. di cointestare la stessa auto a me e mio figlio: proprietari al50% per un anno .
    L’anno dopo: L’ ASSICURAZ. senza alcun passaggio di propr. NOMINA SOLO mio figlio PROPRIET.100% dell’assicurazione , ma io rimango sempre propr sul libretto dell’auto al 50%.
    E’ vero che quando mio figlio deciderà di venderla e comprare un’ auto, e io rinuncio alla classe merito firmo solo la vendita, diventerà unico proprietario sia assicuraz, sia libretto, sia auto, sia classe merito senza fare un passaggio di proprietà da me a lui ma basta il passaggio di proprietà dal venditore a mio figlio compratore?

    • assicuri.com scrive:

      Buonasera Ada
      tendenzialmente è vero, anche se come in ogni caso di comproprietà ci si infila in una situazione in cui dovrà sottostare a quello che decideranno altri, non essendo chiara la legge in materia.

  • ada scrive:

    Grazie per avermi risposto subito, ma non capisco cosa vuole intendere: ” ….in ogni caso di comproprietà ci si infila in una situazione in cui dovrà sottostare a quello che decideranno altri, non essendo chiara la legge in materia.”
    l’importante è che mio figlio con questa procedura, me lo ha dichiarato l’assicurazione, diventerà poi unico proprietario 100%, prenderà la mia classe di merito (CU1), io conservo comunque la mia classe di merito(CU1) che ho su un’altra auto di cui sono unica proprietaria.
    Una volta che lui diventa unico proprietario, la cl merito la conserverà x sempre anche cambiando un lontano domani l’ agenzia di assicurazione

    Ma soprattutto mi dà conferma diventerà unico proprietario sia assicuraz, sia libretto, sia auto, sia classe merito senza fare un passaggio di proprietà da me a lui ma basta il passaggio di proprietà dal venditore a mio figlio compratore?
    mi scusi x la ripetizione dell’ultima domanda ma non vorrei pagare 2 volte il passag.propr. in quanto già pagherò 300 euro per cointestarla.

    Mi scusi tanto e grazie.

    • assicuri.com scrive:

      Su questo non le dò garanzie perché non siamo un’agenzia di pratiche auto ma assicuratori, ritengo comunque improbabile passare la proprietà senza fare passaggi di proprietà.

  • emanuela pesando scrive:

    buongiorno, sono comproprietaria di un autoveicolo con il mio ex marito.
    il contraente dell ‘assicurazione sono io perché l’auto la utilizzo io ma gli intestatari al pra siamo entrambi.
    da un anno siamo separati legalmente e quindi non faccio più parte del suo stato di famiglia.
    se dovessimo acquistare una nuova auto e quindi diventare mono proprietari di auto differenti come facciamo a mantenere entrambi la classe di merito della vecchia polizza?
    grazie infinite,
    emanuela

  • Daniele scrive:

    Salve,
    ho un auto intestata a me e mio padre. Il contraente della polizza assicurativa è mio padre. Non abito più con lui (non sono quindi nel suo stato di famiglia) e devo acquistare una nuova auto.
    La nuova auto verrebbe intestata interamente a me così come la relativa polizza assicurativa. Non riesco a capire se posso richiedere la stessa classe di mio padre (essendo proprietario di un veicolo sul quale è attiva una polizza con classe di rischio 1).
    Alcune assicurazioni mi hanno detto di si (perchè non importa chi è il titolare della polizza in quanto se l’auto è cointestata la classe di rischio copre anche me) , altre mi hanno detto di no (perchè non sono nello stato di famiglia di mio padre).
    Grazie mille per l’aiuto.
    Saluti.

    • assicuri.com scrive:

      Buonasera, se non è nello stato di famiglia di suo padre l’unica soluzione sarebbe convincere suo padre a rinunciare alla classe di merito e sperare che qualcuno voglia assicurarla (in ogni caso questo genere di problemi nasce sempre dalla cointestazione dei veicoli, che noi sconsigliamo vivamente).

      • Daniele scrive:

        Grazie mille per la celere risposta.
        Cosa s’intende con rinunciare alla classe di merito ? Mio padre ha altre auto intestate a lui.
        Grazie
        Saluti.

        • assicuri.com scrive:

          Si tratta di una scrittura che dovrà redarre (e che non interessa le altre auto assicurate), presso le agenzie se la dovessero accettare le diranno cosa scrivere.

  • Valter scrive:

    Buongiorno, sono titolare di ditta individuale, (AB di Valter…….) titolare di partita IVA, possiedo già un furgone, intestato alla ditta individuale, dovendo acquistare un secondo furgone, sempre da intestare alla ditta individuale, potrò usufruire di quanto previsto dal decreto Bersani?
    Grazie

  • Valter scrive:

    Vero, il testo io l’ho letto e dice quello. il problema è che alcuni assicuratori, non il mio agente, in barba al testo, applicano, in qualche modo, il decreto anche sulle aziende e mantengono la stessa classe anche per nuovi automezzi, con conseguenti forti risparmi per l’assicurato. A questo punto, dato che il risparmiare fa sempre piacere, mi chiedo come sia possibile e concesso e, in caso di incidenti e controversie, cosa rischia l’assicurato?
    Grazie

  • 1 9 10 11

    Leave a comment

    Want to express your opinion?
    Leave a reply!

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *