R.C. Auto
57

Come posso assicurarmi senza attestato di rischio?

La domanda “come posso assicurarmi senza attestato di rischio?” mi è stata posta più volte, motivo per cui mi sembra corretto dare qualche consiglio e spiegazione su come comportarsi in una situazione del genere.

Vanno distinti due casi, il primo (di gran lunga il più comune), è quello in cui non si possiede l’attestato perché è la prima volta che si stipula un’assicurazione per un’auto, moto, scooter ecc. e non si ha qualcuno da cui prendere la classe di merito tramite la Legge Bersani … il secondo caso, molto meno frequente ma più difficile da trattare, è quello in cui non si ha l’attestato di rischio pur avendo già avuto un mezzo intestato, ad esempio perché la compagnia non manda l’attestato in tempo o perché non abbiamo pagato la seconda semestralità di polizza.

Normalmente alla domanda “come posso assicurarmi senza l’attestato di rischio” si può quindi rispondere: se è la prima volta che si assicura un mezzo lo si dice, e si parte dalla classe CU 14. Non chiedetemi quanto si paga, sono troppe le variabili! di certo più che in una classe CU bassa, questo ve lo posso affermare con certezza.

Nel caso invece di smarrimento dell’attestato di richio o mancato recapito si può fare richiesta di duplicato: la compagnia è obbligato a rilasciarlo entro 15 giorni, e con esso potrete recarvi presso la nuova compagnia e stipulare il contratto.

senza attestato di rischio

Il caso più difficile è quello di compagnia che, per un motivo o per l’altro (pensiamo al commissariamento o alla liquidazione coatta amministrativa) ha problemi a recapitare il documento. Se non ho ricevuto l’attestato di rischio posso comunque assicurarmi … dovrò innanzitutto inviare una raccomandata a/r alla compagnia con la richiesta dell’attestato, in modo da avere una prova di avere fatto il possibile per farvi spedire il documento … dopodiché autocertificando (a proprio rischio e pericolo) la sinistrosità dell’ultima annualità assicurativa potrò ottenere la mia classe di merito mentre attendo che la compagnia mi invii l’originale (che dovrò comunque poi fornire alla nuova compagnia).

Se non intendete eseguire una di queste operazioni la domanda “come posso assicurarmi senza attestato di rischio” avrà una sola risposta: partendo dalla CU18 (con premi che vi faranno passare la voglia di non presentare un attestato o quantomeno provarci!).

Come vedete è assolutamente possibile assicurarsi anche senza attestato di rischio, basta chiedere consiglio ai professionisti del settore o seguire queste semplici indicazioni!

assicuri.com

There are 57 comments

  • pasquale scrive:

    un’altra possibilità e desidero una risposta, e’ quando avendo una moto di circa 18 anni, averla assicurata per circa 10 anni, oggi a 8 anni di distanza dall’ultima assicurazione stipulata (perchè messa a dimora per motivi familiari) non ha nessun attestato di rischio valido, come si fa?
    distinti saluti

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Pasquale, si parte dalla CU 14, oppure se ha un familiare convivente con un mezzo della stessa categoria può provere a prenderne la classe universale grazie alla Legge Bersani

  • Claudio scrive:

    salve, vorrei porLe una domanda: ho ricevuto una raccomandata dalla mia assicurazione, che mi comunica di non voler rinnovare l’assicurazione, ma non ho mai ricevuto l’attestato di rischio, e mancano pochi giorni alla scadenza di quest’ultima, è possibile in qualche modo chiedere l’obbligo di rinnovo visto che non voglio perdere le mie classi acquisite degli ultimi 7 anni? Grazie.

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Claudio
    la compagnia è obbligata a mandarle l’attestato di rischio (nel suo caso farei un salto in agenzia se ha possibilità e lo ritirerei a mano visto che mi dice manchino pochi giorni).
    Tenga presente che anche non rinnovando presso la sua compagnia attuale lei non perderebbe assolutamente le classi acquisite ma si porterebbe la sua classe di merito nella nuova compagnia.
    E’possibile comunque obbligare a rinnovare, ma a prezzo pieno secondo le tariffe attuali, percui non so quanto le convenga … se vuole chieda comunque un preventivo.

  • andrea scrive:

    Salve volevo chiedere se è possibile assicurare la mia macchina on line, avendo l’attestato di rischio con data di scadenza 14/11/2010 e non avendo pagato l’ultima semestralità dell’anno corrente,dato che la macchina non l’ho più usata.
    Se è possibile vi prego ditemi come,anche perchè ho la 1 classe da più di 5 anni e mi scoccerebbe partire dalla 18.Grazie dell’attenzione.Attendo risposta con urgenza.

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Andrea
    chi non paga il secondo semestre non ha l’attestato di rischio, quindi non ci sono alternative, deve partire in classe 18.

  • Antonio scrive:

    Ma possibile non ci sia una legge che tuteli il cittadino in questi casi? Le assicurazioni non pagano penali? Io ho l’assicrazione scaduta da 4 giorni e nonostante le richieste telefoniche, non mi hanno ancora mandato l’attestato di rischio. Ad esempio per le surroghe, le banche sono obbligate a surrogare entro i 30 giorni, scaduti i quali ci si può rivolgere all’ABF (con solo 20 euro di commissione, che poi in caso di vincita verranno restituiti) e le banche sono costrette a risarcire il cittadino di un importo pari al 1% del mutuo richiesto per ogni mese o frazione di mese oltre i 30 giorni.

  • giannifra scrive:

    il duplicato dello stato di rischio mandatomi dalla mia precedente assicurazione . avendo io perso quello originale é valido?

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Gianni
    sì, il duplicato rilasciato dalla compagnia è valido.

  • luca scrive:

    IO HO UNA MOTO IMMATRICOLATA NEL 2010 HO GIA’ CAMBIATO 2 COMPAGNIE ASSICURATIVE NEL QUALE NON HO PORTATO A TERMINE L’ANNUALITA’,NON POSSIEDO ATTESTATO DI RISCHIO,VORREI ASSICURARLA A BREVE,COME POSSO FARE PER NON SPENDERE CIFRE ASSURDE?

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Luca
    più che cercare la più conveniente non vedo soluzioni.

  • ferrante scrive:

    Salve, vorrei un chiarimento,
    finito di pagare l’annualità assicurativa, e non avendo avuto l’attestato di rischio, o classe di merito dopo 2 anni posso richiederlo all’assicurazione

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Ferrante
    sì, lo può richiedere e la compagnia glie lo deve consegnare (la CU si mantiene per 5 anni).

  • michele scrive:

    Purtroppo sono anni che i vari governi( in italia in particolare ma anche negli altri stati europei) seguono le direttive di poteri forti , lasciando i propri cittadini in balia di

  • michele scrive:

    continui soprusi da parte di banche assicurazioni e finanziarie, le quali risultano essere le sole imprese ad avere un andamento positivo sulla pelle di ognuno di noi.

  • tonino scrive:

    ciao..posseggo un vespone immatricolato 11 1993 assicurato solo i primi 4 anni,cosa posso fare per riassicurarlo senza dissanguarmi? fra un anno diventa d’epoca c’e’ qualche pre soluzione?grazie per il consiglio…

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Tonino
    non vedo soluzioni, se non cercando il preventivo più conveniente.

  • Francesco scrive:

    Salve
    secondo voi è normale che se uno non paga la seconda mensilita’ perche’ in difficolta finanziarie, l’assicuratore rifiuta di dargli il tagliando chiedendo di pagare in due volte la rata e dopo di questo io sono costretto a fermare l’unica auto in mio possesso che mi serve per andare a lavorare e per la famiglia?
    In cunclusione per avere un’altra assicurazione devo essere assogettato all cu18 che è inacessibile per le mie possibilita’, c’è un modo per cui si possa ottenere questo certificato di rischio? Possibile che uno debba essere strozzato visto che l’assicurazione rca è obbligatoria?

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Francesco
    mi scusi ma qua le assicurazioni non c’entrano, lei ha firmato un contratto e se non lo rispetta non può pretendere di ricevere un attestato di rischio senza essere assicurato.

  • Simone scrive:

    Buongiorno, sono nella seguente situazione:
    Patentato dal 1988 ho guidato macchine (senza alcun sinistro) su autovetture con assicurazione mai intestata a mio nome; la prima a mia mamma (che non guida ma ha la patente) e dal 1998 a nome della mia compagna con cui sono convivente e con medesima residenza e l’autovettura è cointestata..
    Devo rinnovare l’assicurazione dal 01/01/2013 e essendomi separato dalla mia compagna (con cui condivido ancora la residenza) ho la necessità di sottoscrivere l’assicurazione a mio nome.
    Quale classe di merito mi verrebbe assegnata in questo caso?
    Devo procurarmi l’attestato di rischio dell’assicurazione in scadenza anche se non intestata a mio nome e in questo caso che possibilità ho di acquisire la medesima classe?
    Grazie e saluti.
    Simone

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Simone
    la classe di merito va sul proprietario, quindi se òla sua fidanzata rinuncia alla classe può prenderla lei.

  • bacchisia scrive:

    ho un problema la mia compagnia assicurativa nonostante io abbia pagato la rata semestrale la stessa non ha provveduto a metterla in cassa essendo chiusura contratto ora io posso comunque assicurare con altra compagnia l’autovettura avendo il vecchio attestato 2011

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Bacchisia
    non si sta spiegando bene, le rate pagate vengono per forza messe a cassa, altrimenti cosa vengono pagate a fare??

  • david scrive:

    Salve, io ho un’auto ferma dal 2008, e’ intestata a me, mentre l’assicurazione era intestata a mia madre ( lo so che non si puoteva fare ma e’ stata fatta comunque ) ora per l’ania risulta 14esima classe e attestato di rischio intestato a mia madre e se non erro pure la macchina risulta intestata a lei sempre per l’ania, ora a distanza di 4 anni voglio rimetterla in strada, pero’ mi tocca partire dalla 18esima, come posso fare? nel frattempo ho cambiato anche residenza, aggiornando il libretto con una residenza diversa da quella di 4 anni fa’, riesco a farmi una bersani con l’altra auto che ho in 1a classe o devo figurare un passaggio comunque? se devo figurare un passaggio, posso fare un passaggio da me a me e quindi poi fare una bersani? grazie

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno David
    se il proprietario dell’auto è lei la classe 14 è sua indipendentemente da chi sia il contraente riportato sull’attestato di rischio, recuperi l’atr prima che scadano i 5 anni e lo utilizzi, non può in alcun modo passare alla sua auto una classe che ha su un’altra perché il mezzo è ormai già assicurato, ma non dovrà nemmeno ripartire dalla CU18 (la informo inoltre che si può tranquillamente inserire un contraente diverso dal proprietario, non è affatto vietato!).

  • ALESSANDRO scrive:

    SALVE IO AVEVO UN CONTRATTO CON CLASSE DI MERITO 6 .
    ALLA FINE DELLO STESSO ALLA RISTIPULA VOLEVANO FARMI PARTIRE CON CLASSE 14 CON UN AUMENTO PAZZESCO E TRA L’ALTRO NON HANNO VOLUTO RILASCIARMI ATTESTATO DI RISCHIO…

    E REGOLARE UNA COSA COSì??…… A ME SEMBRA UNA TRUFFA ……..
    VI PREGO DI FARMI SAPERE … GRAZIE A TUTTI

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Alessandro
    in realtà non è regolare ma non la stanno truffando, le stanno venendo incontro: dopo un contratto semestrale non solo non avrebbe diritto all’attestato di rischio ma dovrebbe partire in classe 18, e pagare molto più che in CU14.

  • emanuele scrive:

    buonasera ho un quesito…..ho un attestato di rischio dal 2006 al 2011 compresi…..la scadenza dell ultima assicurazione fatta e’ datata 02 2012…..per cambiare compagnia vale quello che ho di attestato o per quei due mesi ne devo chiedere un altro…….grazie

  • Antonio Bisignani scrive:

    L assicurazione non manda l attestato di rischio perche dice che non ho pagato gli ultimi 6 mesi.Invece io ho tutte le ricevute di pagamento effettuate e ho mandato raccomandata con ricevute di ritorno n.1alla compagnia . Ora ho fatto intervenire l isvap dopo aver mandato diverse pec e raccomandate. Io mi chiedo se l isvap non riesce a risolvere la situazione a termine dei 120 giorni ,cosa posso fare.Posso usare la legge Bersani avendo una altra macchina a mio nome per assicurarmi . Oppure devo fare una autocertificazione sulla condizione di classe di merito.Puntualizzo che e una assicurazione taxi, grazie attento una vostra risposta distinti saluti.

  • Angelo scrive:

    Salve, nel 2008 ho acquistato uno scooter e ho stipulato un’assicurazione partendo dalla 14^ classe, con pagamento semestrale e con opzione della sospensione. Nonostante abbia pagato le rate ho usufruito solo di nove mesi di copertura. Poichè non ho riattivato l’assicurazione entro i 18 mesi dall’ultima sospensione, il contratto è scaduto e l’assicurazione non mi ha rilasciato l’attestazione dello stato di rischio. Alla luce di ciò, volendo sottoscrivere una nuova assicurazione per il medesimo scooter, posso ripartire della 14^ classe? o vedrò attribuirmi la 18^ classe di merito?

  • assicuri.com scrive:

    @Emanuele
    dipende se quello che ha lei è l’ultimo o se ne è uscito un altro che non le è mai arrivato.
    @Antonio
    dovrebbe autocertificare, se l’Isvap dà via libera, altrimenti in assenza di un attestato la prassi sarebbe assicurarsi in CU18 e attendere il rimborso una volta presentato l’attestato di rischio.
    @Angelo
    in caso di annualità non completata si parte dalla 18esima classe.

  • marco scrive:

    Salve io vorrei chiederle ho una fiat 500 del 1994 vorrei assicurarla sfruttando la legge bersani,e usando l’attestato di rischio di mio padre che pero’ è relativo ad una macchina in nostro possesso diversa dalla 500, è possibile utilizzarlo? anche perche’ andando a chiedere un preventivo per una macchina del genere senza un attestato di rischio, mi hanno risposto cosi” Ah allora è come pagare la rata di un mutuo”

    Grazie cordiali saluti

  • Marco scrive:

    Buona sera, io non ho pagato la seconda semestralitàed adesso mi è stato detto che per assicurare la macchina dovrò ripartire dalla 18° classe. Ma ciò anche se io pago la seconda semetralità? e inoltre, non posso assicurarmi utilizzando l’attestato di rischio dell’anno precedente? Grazie

  • Enrico scrive:

    Da due anni ho la moto assicurata con RSA e nell’attestato di rischio negli spazi Classe di provenienza, Classe di assegnazione e Classe di assegnazione CU vi sono solamente dei trattini. Come è possibile? Nei due anni assicurati non ho mai subito incidenti come del resto riportato nella tabella dei sinistri.

  • assicuri.com scrive:

    @Marco(1)
    sì è possibile utilizzarla (ovviamente nel possesso dei requisiti per accedere alla legge Bersani).
    @Marco(2)
    se è già scaduto l’anno non vedo alternative, se è ancora nell’anno chieda se pagando riescono a risolvere il problema. Utilizzare l’attestato dell’anno scorso ovviamente non è possibile, altrimenti a cosa servirebbe metterla in CU18!
    @Enrico
    è sicuro di essere in bonus malus? sono le polizze in franchigia o comunque non b/m che non danno classe di merito.

  • Elso Dal Pont scrive:

    Ho la patente dal 1963 , non ho mai fatto incidenti con responsabilità da almeno 35 anni, ho sempre avuto e assicurato vetture intestate al mio studio ( srl), classe di merito cu 1. Ora dovrei assicurare una vettura a me intestata ma non mi riconoscono una classe di merito conveniente. È possibile supporre che ANIA , interpellando il casellario , non possa indicare ad una Compagnia da me scelta la NON presenza sinistri da 35 anni. Grazie

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Elso
    la sua domanda non ha una logica, la srl e lei sono due persone distinte per la legge, comprendo il suo disagio ma non è certo interpellando l’Ania che lei diventerà una srl.

  • Davide scrive:

    Ho in scadenza al 31 marzo 2013 l assicurazione auto annuale regolarmente pagata da 10 anni. Ho richiesto attestato di rischio perché non l ho mai ricevuto e il mio agente mi ha comunicato che non ce l ha perché a maggio 2012 ho usufruito della legge Bersani ! Senza di quello nessuna assicurazione mi fa preventi premetto sono in classe 1 da 7 anni senza mai un incidente .
    Cosa devo fare ? Grazie

  • roberto scrive:

    salve,ho passato l’assicurazione dalla vecchia auto alla nuova,ora a distanza di quattro mesi vorrei riassicurare la vecchia auto è possibile essendo rimasto proprietario dell’auto?

  • assicuri.com scrive:

    @Davide
    se lei ha completato l’annualità l’attestato di rischio le spetta anche se lo ha usato per una seconda auto.
    @Roberto
    è possibile, ma deve ripartire dalla classe 18, non è conveniente.

  • sandro scrive:

    la mia vecchia compagnia e fallita,come posso fare per richiedere l’attestato di rischio

  • lino scrive:

    salve,mi sa dire se e’ legale ricevere un attestato di rischio senza la classe di merito universale? ho chiamato la compagnia e mi ha detto che sono i nuovi assicuratori che devono procurarsela

  • assicuri.com scrive:

    Buongiorno Sandro
    le compagnie non falliscono, probabilmente intende dire che è in liquidazione coatta amministrativa: in questo caso si deve rivolgere alla sede, tramite raccomandata a/r, indirizzata al commissario liquidatore.

  • katia scrive:

    anche io mi trovo nella situazione di non aver pagato la seconda semestralita’,il mio convivente mi diceva che con la legge bersani avrei potuto assicurare la mia autovettura con la sua stessa classe di merito presentando lo stato di famiglia ma il suo assicuratore ha detto che questo si puo’ fare solo nel caso io prendessi una nuova autovettura o ne comprassi una usata,come faccio ad auscire da questo pasticcio?

  • pinci scrive:

    Salve,

    Per favore sareste così gentili da dirmi se è possibile e lecito perdere la classe di merito auto perché non ho pagato la seconda semestralità nonostante io abbia richiesto telefonicamente e via e-mail le coordinate bancarie per il bonifico che purtroppo non ho mai ricevuto? PS La mia assicurazione registra le telefonate dai clienti.

    Grazie in anticipo per l’eventuale risposta.

    Cordiali saluti
    Pinci

  • giacomo scrive:

    buongiorno

    sono possessore di una harley che ho assicurato per 4 anni con un’assicurazione dedicata senza classe di rischio (flat), ora vorrei cambiare marca per passare alla honda e la vecchia assicurazione non è piu utilizzabile , mi diono che devo rientrare dalla classe 14 perchè l’assicurazione flat non prevede classi di rischio e mi fa perdere tutte quelle guadagnate nei precedenti 16 anni.
    So che per la legge bersani le classi di rischio sono valide per 5 anni , posso secondo lei utilizzare la classe di rischio dell’assicurazione precedente all’harley ( dovrebbe essere classe 1 ) ?
    e se si con che classe rientrerei ?

  • Ottaviani Claide scrive:

    Buongiorno, lo scorso anno ho acquistato un nuovo scooter trasferendo l’assicurazione dal vecchio al nuovo.
    Il vecchio scooter è rimasto di mia proprietà pagando ovviamente la tassa annuale.
    Oggi, che vorrei rimetterlo su strada, l’assicuratore mi dice che non è possibile assicurarlo a meno di fare un passaggio di proprietà.
    È possibile che io non possa utilizzare un mezzo di mia proprietà?
    Grazie per l’attenzione.

  • Marco scrive:

    Salve!! Vorrei porre il seguente quesito:
    Sono proprietario di una moto regolarmente immatricolata che dopo averla usata per diversi anni solo in pista, ho deciso di rimettere in strada. In questo caso, devo ripartire per forza dalle classe 18CU?
    Chiedo questo perchè la cosa mi sembra un pò assurda:facendo un passaggio di proprietà con mia moglie (nemmeno 80 Euro direttamente agli uffici preposti) andrei a coprire ampiamente la differenza fra la la CU14 (caso di prima assicurazione di un veicolo preso usato) e la CU18…
    Grazie per l’attenzione!!

    • assicuri.com scrive:

      Buongiorno
      io infatti non ho mai detto una cosa simile, è tutto spiegato nell’articolo! se lei non la ha mai assicurata o se la ha tenuta ferma meno di 5 anni non deve ripartire dalla CU18, solo se la moto è stata assicurata e lei non rinnova da oltre 5 anni è previsto di rientrare in tale casistica.

  • Francesco scrive:

    Salve, ho una moto che non assicuro da oltre 10 anni quindi non ho l’attestato di rischio. La compagnia mi ha detto che devo partire dalla 18 per mancata documentazione…possibile?
    Mi hanno consigliato di fare un passaggio di proprietà per poter partire invece dalla 14…
    Mi date qualche dritta? Vorrei evitare di fare il passaggio di proprietà

  • Enrico scrive:

    Salve,
    Ho stipulato la mia prima assicurazione moto di 6 mesi con una compagnia X in classe 14. Finita questo contratto ho deciso di cambiare assicurazione e stipulare un nuovo contratto con la compagnia Y,però annuale. la compagnia Y mi richiede l’attestato di rischio, ma io non ho attestati di rischio dato che la precedente assicurazione era semestrale. la mia domanda è: nella nuova compagnia partirei dalla classe 18 o dalla classe 14? (dato che non è una prima assicurazione, però la precedente era semestrale e senza nessun attestato di rischio)

  • assicuri.com scrive:

    @Lino
    se la polizza è in bonus malus deve esserci, diversamente no.
    @Katia
    comprando una nuova vettura, o assicurandosi in CU18.
    @Pinci
    direi che è legale.
    @Giacomo
    si può fare.
    @Claide
    non ritengo possibile che possano averle trasferito l’assicurazione senza che lei si fosse spossessato del mezzo, che documento avrebbe potuto fornirgli per motivare una scelta simile?

  • paola scrive:

    buon giorno la mia compagnia ha anullato il contratto dell assicurazione dello scooter..x nn aver pagato la semmestralita..non mi avvisato che scadeva..l uso prettamente in inverno.Il bollo dell assicurazione scadeva ..ero convinta scadesse quel giorno.c erano invece altri 6 mesi.

  • vincenzo scrive:

    buonasera ho mandato all’Allianz la richiesta duplicato dell attestato di rischio piuomeno quando giorni ci vogliono per arrivarmi?

  • Leave a comment

    Want to express your opinion?
    Leave a reply!

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>