R.C. Auto d’epoca

L’R.C. Auto d’epoca è un’assicurazione sempre più richiesta per via del numero sempre maggiore di auto aventi diritto a questo requisito presenti sul territorio italiano, vuoi perché si è accresciuta la percezione del valore storico e culturale di una vettura “antica” vuoi perché alcune persone ritengono comodo avere una vettura che goda di agevolazioni sui costi di manutenzione (in questo caso la polizza auto).

In pratica se prima l’R.C. Auto d’epoca copriva pochi mezzi che di norma venivano tirati fuori dal garage per raduni o gite domenicali oggi molti mezzi che approfittano di tale agevolazione girano in città in mezzo al traffico, con evidente aumento della sinistrosità legata a questa classe di veicoli … da qui la crescente diffidenza delle compagnie assicurative (nonché, per una volta, degli agenti e dei broker) che a fronte di un contratto su cui non guadagnano quasi niente si trovano a dover fronteggiare spese e perdite di tempo pari a quelle di una qualsiasi altra assicurazione. Insomma, quello che prima era visto come un atto di cortesia ora sta diventando per i professionisti dell’assicurazione un pericoloso segmento di affari a reddito quasi nullo.

Iscrizione ASI auto d’epoca

Per cercare di limitare il numero di R.C. Auto d’epoca in circolazione nel 2012 saranno sempre di più le compagnie che non assumeranno il rischio a tariffa agevolata a meno che non si certifichi l’iscrizione all’ASI (Automotoclub Storico Italiano): una federazione di club volta a tutelare la motorizzazione storica italiana che promuove la conservazione ed il recupero dei mezzi a motore che abbiano compiuto 20 anni di età.

Come iscriversi all’ASI

Diventare socio ASI (e approfittare quindi dell’R.C. Auto d’epoca riservata ai soci) non è tuttavia automatico, poiché i veicoli certificati devono rispettare un regolamento tecnico che impone, giustamente, degli standard di qualità: dopo una domanda di iscrizione al registro ASI il mezzo verrà sottoposto ad una serie di verifiche (sarà indispensabile nel migliore dei casi una documentazione fotografica), e solo se l’analisi avrà dato esito positivo si otterrà l’ambito attestato di datazione e storicità.

R.C. Auto d’epoca in convenzione ASI

L’ASI ha un’apposita convenzione per quanto riguarda l’R.C. Auto d’epoca (attualmente con Toro Assicurazioni), anche se lascia assoluta libertà ai propri iscritti di approfittare anche delle agevolazioni che molte altre compagnie assicurative concedono per le vetture in possesso dell’iscrizione al registro.

Quasi tutti i grandi marchi (da Fondiaria Sai a Ina Assitalia fino a Vittoria, Helvetia e Milano Assicurazioni, ma potrei continuare) offrono interessanti opportunità per questo genere di mezzi.

In definitiva, se si possiede un mezzo d’epoca che rispetti i requisiti, il consiglio è di iscriversi all’ASI per potere approfittare dei privilegi legati a questa associazione, per il prestigio della vettura e per evitare sorprese in futuro per quanto riguarda la vostra R.C. Auto d’epoca.

Commenti

3 commenti a “R.C. Auto d’epoca iscritta ASI”

  1. LUIGI on 20 Settembre 2011 21:16

    sicuramente è una buona idea iscrivere le macchine che superano i 20 anni di età all’ASI, in quanto si risparmiano diversi centinaia di euro, ogni anno comunque, secondo il mio parere è diventata una moda anche questo finirà o sarà rivista la norma in quanto in particolar modo nei paesi montani per mia esperienza di assicuratore da oltre trentanni tutti hanno una o più macchine d’epoca per fare, quello che io faccio con una macchina che pago 5 o 6 volte in più di una auto storica, preferirei una risposta al mio commento, grazie anticipate.

  2. assicuri.com on 20 Settembre 2011 21:56

    Buongiorno Luigi
    le posso rispondere che sono d’accordo con lei, e che le polizze per le auto d’epoca costano così poco perché sono tarate per una persona che porta l’auto ai raduni o la tira fuori la domenica per andare in campagna, non certo per gettarsi nel traffico urbano (diversamente non si capirebbe perché dovrebbero pagare meno delle altre).

  3. antonio on 12 Novembre 2012 20:37

    Credo necessario rivedere l’elenco delle assicurazioni che citate come convenzionate ASI. Ho fatto alcune telefonate e ho trovato in alcuni casi dinieghi totali in altri un importo che per mezzi di piccola cilindrata non sono affatto convenienti.
    Accetto volentieri indicazioni precise.
    Grazie

Lascia un Commento




Chiudi
Invia e-mail