Passaggio Proprietà Eredi

Il passaggio di proprietà agli eredi, per quanto riguarda un’automobile, è una pratica semplice ma delicata: molte volte sorgono dei dubbi ai nostri lettori (e non solo a loro) circa la trafila da seguire … cerchiamo di fare chiarezza con una spiegazione breve di questa procedura.

Ereditare un’auto

Gli step per il passaggio di proprietà agli eredi sono i seguenti:

  • autenticare la firma dell’erede sull’atto di accettazione dell’eredità
  • nei 60 giorni successivi presentarsi al Pra (Pubblico Registro Automobilistico) per farsi rilasciare il CdP (Certificato di Proprietà)
  • presentare all’UMC(Ufficio della Motorizzazione Civile) la richiesta di aggiornamento della carta di circolazione: questo passaggio è fondamentale, ricordiamo che chi circola con un libretto non aggiornato rischia una multa da 653 € fino a 3.267 € (Art. 92 Codice della Strada, modificato dal D.M. 27 febbraio 2001; oltre alla sanzione pecuniaria si rischia il ritiro della carta di circolazione.
  • dopo avere autenticato la firma dell’erede si dovrà comunque richiedere che venga registrata l’accettazione dell’atto di eredità.

Con il libretto dell’auto aggiornato con il vostro nome e le attestazioni sopra esposte potrete tranquillamente circolare con la vostra auto ereditata (chiaramente dopo esservi preoccupati che questa sia a posto per quanto riguarda revisioni, collaudo, assicurazione RC Auto eccetera).

Come vedete il passaggio di proprietà agli eredi del defunto non è una pratica difficoltosa o ricca di insidie, anche se vi consiglio di armarvi di pazienza per quanto riguarda la tempistica.

Commenti

Lascia un Commento




Chiudi
Invia e-mail