Info sui prodotti assicurativi
0

Fondo Est: cos’è e come funziona

Tra le assicurazioni di assistenza sanitaria per i dipendenti spicca Fondo Est (assistenza sanitaria integrativa), dedicato sia a lavoratori a tempo indeterminato sia ad apprendisti del settore terziario, turismo e settori affini.
Inutile ribadire l’importanza di una copertura per le spese mediche, credo che ormai ne avremo già sentito parlare tutti quanti, anche se fare un po’di “propaganda” al riguardo non fa certo male, specialmente considerando che tra i paesi all’avanguardia l’Italia è probabilmente quello che presenta i maggiori problemi di sottoassicurazione al riguardo.

Assistenza sanitaria Fondo Est

Fondo Est 2012: importanti novità

Nel 2012 Fondo Est si presenta completo di alcune interessanti novità: innanzitutto per il settore CCNL del Terziario Commercio e Servizi d’ora in poi ci sarà un unico piano assicurativo, sia che si tratti di dipendenti part time sia full time; la prenotazione online delle strutture convenzionate Unisalute sarà più semplice, si segnalano inoltre alcuni ritocchi di massimali e franchigie.

Cosa copre Fondo Est: le garanzie

Le garanzie principali di Fondo Est sono le seguenti:

  • Ricovero, per intervento chirurgico, in istituto di cura -pubblico o privato- a seguito di malattia o infortunio
  • Spese pre e post ricovero (fino a 120 giorni prima e dopo)
  • Visite specialistiche
  • Ticket per Pronto Soccorso e/o accertamenti diagnostici
  • Terapie
  • Prestazioni odontoiatriche particolari volte alla prevenzione
  • Spese di estrazione denti
  • Spese per implantologia
  • Prestazioni relative alla maternità
  • Prestazioni relative alla sindrome metabolica

Oltre a queste elencate, sono comprese nell’assicurazione anche altre prestazioni, ognuno con le sue frachigie e sottolimiti (quando previsti), ad esempio le spese per trapianti o quelle per l’eliminazione di malformazioni congenite del neonato partorito dall’assicurata in polizza.

Fondo Est è obbligatorio?

Questa è una delle domande che più sta a cuore ai lavoratori del terziario che rientrano nelle categorie esplicitate all’inizio dell’articolo. Diciamo che, stando all’art. 95 CCNL Terziario sembrerebbe più un obbligo che una facoltà inscrivere i dipendenti a questa assicurazione: in realtà l’iscrizione, sebbene stabilita come facoltativa da successive pronunce da parte del Ministero del Lavoro, è fortemente consigliata, poiché di fatto più economica … su questo l’ex Ministro Sacconi ha di fatto messo per iscritto un’implicita ammissione di convenienza nella generica adesione a forme di bilateralità o di welfare contrattuale.

Fondo Est Unisalute, opinioni e recensioni di chi è iscritto

Come sempre in questo blog cerchiamo un dialogo con chi i prodotti assicurativi li ha provati realmente. Dal momento che Fondo Est Unisalute è diffusissimo (e migliaia di persone aderiranno nei prossimi anni) cerchiamo di fornire suggerimenti, critiche, opinioni o recensioni scrivendo nell’apposita area commenti in fondo all’articolo, in modo da fornire un valido aiuto ai datori di lavoro e ai dipendenti che prossimamente daranno la loro adesione.

assicuri.com

There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>