Sebbene il 2012 sia l’anno peggiore nella storia di Fondiaria Sai, la compagnia torinese si conferma ancora una volta azienda leader nel mercato dell’assicurazione RC Auto in Italia, facendo persino registrare una leggera crescita rispetto all’anno precedente.

 

I dati forniti da Ania (e basati ovviamente sull’anno 2011) sulla raccolta premi nel ramo RC Auto portano tante certezze, ma anche una buona dose di novità, che andremo ad analizzare qui di seguito.


Fondiaria Sai aumento capitale?

Fondiaria Sai precede Unipol e Allianz

La classifica delle compagnie assicurative per raccolta premi RCA è la seguente:

  1. Fondiaria Sai +1,7%
  2. Unipol +1,0%
  3. Allianz -0,5%
  4. Milano Assicurazioni -1,5%
  5. Alleanza Toro +4,0%
  6. Generali +4,5%
  7. Groupama +12,7%
  8. Axa +6,6%
  9. Società Cattolica +50,5%
  10. Zurich Insurance -10,1%
  11. Ina Assitalia -2,7%
  12. Reale Mutua +9,7%
  13. Vittoria Assicurazioni +27,6%
  14. Sara Assicurazioni -2,8%
  15. Direct Line +33,6%
  16. Carige Assicurazioni +16,4%
  17. Italiana Assicurazioni -4,7%
  18. Genertel +22,1%
  19. Genialloyd +28,7%
  20. Aviva Italia +18,2%
  21. Fata +2,9%
  22. HDI Assicurazioni +19,1%
  23. Helvetia +26,3%
  24. RSA Sun Insurance Office +1,3%
  25. Itas Mutua +33,0%
  26. Linear +20,3%
  27. Liguria -11, 28%
  28. Donau Versicherung AG Vienna +12.876,4%
  29. Assimoco -1, 30%
  30. Ergo Assicurazioni +14,9%
  31. Zuritel -12,8%
  32. Duomo Uni One -67,6%
  33. Uniqa Protezione +38,8%
  34. Arca Assicurazioni -40,8%
  35. Nationale Suisse +33,2%
  36. Tua Assicurazioni +23,8%
  37. UBI Assicurazioni -5,1%
  38. Quixa +101,5%
  39. Chartis Europe -14,6%
  40. Dialogo Assicurazioni +22,7%
  41. Padana Assicurazioni +43,7%
  42. Le Assicurazioni di Roma +8,6%
  43. Assicuratrice Milanese +18,5%
  44. Systema Assicurazioni +108,3%
  45. Intesa Sanpaolo Assicura +78,6%
  46. Ala Assicurazioni -3,3%
  47. Axa MPS +26,8%
  48. Credit Agricole Assicurazioni +51,7%
  49. Assicuratrice Val Piave +18,6%
  50. Credem Assicurazioni -10,8%

Come anticipato dunque, rispetto alla classifica che abbiamo riportato lo scorso anno le novità sono parecchie: andiamo ad analizzarle tutte nella pagina seguente.

Commenti

Lascia un Commento




Chiudi
Invia e-mail