Senza categoria
0

Cos’è la classe di merito CU?

Una domanda banale per gli addetti al settore, non altrettanto per i clienti, specialmente giovani e alle prime armi con le assicurazioni RC Auto: siete in molti a domandarci “che cos’è la classe di merito CU” e a cosa serve? sgombriamo il campo da questi e altri dubbi nell’articolo di oggi, in modo da potervi guidare a una comparazione di polizze RCA sempre più consapevole.

 

La CU è la classificazione più importante nella nostra storia assicurativa

Sebbene il cliente tipo italiano ami focalizzarsi sulle classi interne, la CU (oclasse di merito universale che dire si voglia) è l’unico vero parametro insieme alla griglia dei sinistri capace di riassumere veramente la nostra storia assicurativa. Spesso sentiamo dire “sono in classe zero” o “vado in classe meno 1″, ma queste diciture sono assolutamente personali e variabili da compagnia a compagnia, quindi prive di valore nel 90% dei casi quando si volesse cambiare compagnia assicurativa; questo in pratica significa una cosa, ovvero che nel sistema assicurativo italiano la classe bonus malus può variare, a parità di storia assicurativa, da una compagnia all’altra, con il risultato che se non esistesse la classe di merito universale CU la virtuosità di un guidatore non sarebbe comparabile tra, ad esempio, Fondiaria Sai e Generali.

Non confondete le classi CU con le classi interne quando calcolate il vostro preventivo in bonus malus

Dalla premessa di cui sopra, ne deriva che è importante non confondere le proprie classi interne di bonus malus con la classe universale CU quando si va a fare un preventivo da comparare a quello della compagnia in essere per la nostra assicurazione RC Auto, pena un errore che vanificherà i vostri sforzi fornendovi un preventivo non veritiero (più alto o più basso di quanto paghereste in realtà, a seconda della scarto in positivo o negativo tra i numeri da voi inseriti e quelli che andavano realmente immessi nel preventivatore).

La classe universale accompagna tutti i nostri preventivi dal 2005 ad oggi

Uno dei motivi per cui -probabilmente- molti italiani si ostinano a ignorare la classe CU a discapito dell’ormai quasi inutile classe interna risiede probabilmente nel fatto che la prima è molto più recente della seconda: basta infatti risalire al 2005 per ritrovare il provvedimento con il quale l’Isvap (organo di vigilanza delle assicurazioni private) la istituì.

Posso passare la mia classe di merito da franchigia a bonus malus e viceversa?

Un’altra domanda che spesso viene posta in forma di dubbio è se sia possibile o meno trasportare la classe di merito attraverso le varie forme di assicurazione, da bonus malus -la più comune- alle varie franchigia, pejus e no claim discount … la risposta deve essere necessariamente sì, da quando è stata istituita la classe di merito universale CU nellle assicurazioni è stato reso possibile -per veicoli della medesima tipologia- utilizzare questa per passare da una forma assicurativa all’altra, cosa che in precedenza poteva risultare assai più problematica.

Controllate sempre la CU sul vostro attestato di rischio

Sarà buona norma controllare sempre la vostra classe di merito CUsull’attestato di rischio, ogni anno, al momento della ricezione, questo perché è difficile ma non impossibile che la compagnia di assicurazioni sbagli e riporti una classificazione di merito errata (non necessariamente a vostro sfavore!), conservare copia dell’attestato dell’anno precedente può aiutarvi non poco a non perdere mai immeritatamente una o più classi di merito, il che, in questi tempi di continui aumenti tariffari, è sicuramente auspicabile.

assicuri.com

There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>