Siete in molti a chiederci come diventare agenti, segno che questa professione riesce ancora ad attrarre persone giovani (e anche alcune meno giovani) che abbiano voglia di mettersi in gioco in un’avventura imprenditoriale che, se da un lato non è facile, dall’altro può offrire grandi soddisfazione, sicuramente a livello di rapporti interpersonali e -nei casi più abili e fortunati- anche dal punto di vista economico.

 

Vediamo qual è la trafila da seguire e in che modo si può arrivare a questo ruolo.


diventare assicuratore

Come si diventa agenti: l’inizio …

Meglio partire dall’inizio: non pensate di diventare agenti assicurativi senza prima avere fatto la gavetta … il mondo delle polizze è abbastanza meritocratico, anche perché difficilmente prima di avere iniziato dal basso si potrebbe essere in grado di gestire un ampio portafoglio clienti, con tutte le responsabilità che ne conseguono; del resto stiamo parlando di un lavoro che, almeno negli anni iniziali, dovrebbe avere un carattere molto dinamico, in cui si è portati a muoversi freneticamente dentro e fuori dall’ufficio piuttosto che stare fermo in agenzia … non per niente l’etimologia della parola agente (sia esso assicurativo, di polizia o chimico) è sempre la stessa: deriva dal participio presente latino di agere, come dire che può fregiarsi di questo nome solamente chi riesce a “fare” o come viene più propriamente detto, colui che riesce a produrre effetti … dimenticate insomma il classico lavoro di scrivania da direttore di banca o delle poste! Il percorso più probabile è quello che parte dal ruolo di produttore di polizze, anche se non è raro vedere persone che riescono ad arrivare a dirigere un’agenzia anche passando attraverso ruoli amministrativi. Dopo la gavetta iniziale, in tempi più o meno lunghi a seconda delle proprie capacità e delle possibilità che il territorio offre, si può continuare a lavorare in agenzia oppure diventare subagenti, con un ufficio proprio che faccia da sede distaccata a quello principale e -se la subagenzia non è di nuova apertura- un portafoglio clienti da gestire ed ampliare. A seconda delle vicende personali si arriverà ad essere agenti o in società con uno o più colleghi o da soli, con l’intero portafoglio della zona da gestire e -presumibilmente- da affidare in parte ad altri collaboratori pronti a seguire questo appassionante percorso.

Realtà diverse prevedono carriere differenti

A seconda della compagnia in cui intraprenderete la vostra “scalata al successo” noterete importanti differenze per quanto riguarda la velocità e le modalità di carriera. Inutile dire che tutto sommato le compagnie in cui è più difficile diventare agenti sono le più grandi (vedi Generali o Ina Assitalia), mentre in quelle più piccole occorre un po’meno diplomazia politica e tutto sommato basta avere le competenze ed avere dimostrato di sapere svolgere bene il proprio mestiere per trova prima o poi la possibilità di ricoprire il ruolo che desideriamo, compatibilmente con il fatto che un posto vacante esista, ovviamente!

Iscrizione nella sez. A del RUI

Il passo che sancisce il definitivo passaggio da collaboratore ad agente assicurativo è l’iscrizione alla sezione A del RUI: questo è anche un buon modo per gli esterni (professionisti o semplici clienti che siano) per scoprire se abbiamo parlato con un agente o con un semplice collaboratore di uno di essi (questo risulterà infatti iscritto nel registro degli intermediari non alla A, bensì alla sez. E … discorso diverso invece per i broker, iscritti nella sezione B). Può capitare ovviamente che il registro venga aggiornato con qualche settimana di ritardo rispetto alla realtà dei fatti, ma nel complesso risulta sempre attendibile tanto quanto un qualsiasi albo professionale, anche nella versione consultabile online presso il sito dell’Isvap.

I guadagni

Alla domanda quanto guadagna un agente assicurativo abbiamo già cercato di dare risposta in un post di alcuni mesi fa, che potrete agevolmente consultare seguendo il link qua sopra … per tutte le altre domande, i dubbi e le curiosità che potreste avere riguardo al come si fa a diventare agenti ci rendiamo comunque disponibili nell’apposita area commenti qua sotto, in cui potrete scrivere ciò che volete sapere e noi -nei limiti di quanto sappiamo- saremo ovviamente felici di aiutarvi con le nostre risposte.

Commenti

Lascia un Commento




Chiudi
Invia e-mail