Disdette Ina Assitalia, al Sud e non solo

6

 Le disdette forzate Ina Assitalia stanno interessando da ormai molti mesi migliaia di clienti da Sud a Nord.

Ina Assitalia, del Gruppo Generali, è probabilmente la più importante compagnia di assicurazione al centro-sud … nella seconda metà del 2010 ha iniziato ad inviare disdette a raffica, specialmente ai clienti di Campania, Calabria e Puglia, giudicati propensi alla sinistrosità (quindi di fatto poco redditizi). Sempre verso la fine del 2010 l’ISVAP apre un’istruttoria al riguardo, anche perché quello che di fatto sembra una ritirata di una compagnia assicurativa così grande e radicata sul territorio porta in breve tempo ad enormi problemi, dalla chiusura delle agenzie con conseguente licenziamento di molti dipendenti Ina Assitalia fino alla difficoltà per i clienti “mandati a casa” di ottenere una copertura assicurativa in tempi brevi a premi ragionevoli.

Sebbene Ina Assitalia si difenda dicendo che le polizze R.C. Auto vengono disdette con criterio, sembra che tale criterio non sia ben identificato, dal momento che vengono disdettati anche contratti di persone poco o per nulla sinistrose. Adiconsum e l’Antitrust chiedono spiegazioni precise, ma nel frattempo la campagna di allontanamento dei clienti sembra continuare, non solo al Sud Italia, troppo spesso preda del razzismo assicurativo, ma anche al Nord, in province in cui la situazione sinistri R.C. Auto sembra essere decisamente tranquilla.

I cittadini si sono mobilitati, così come i dipendenti e gli agenti Ina Assitalia, non solo tramite le associazioni dei consumatori, ma anche sul web (su Facebook è attivo da mesi il gruppo nodisdette INA, con relativo blog contro le discriminazioni assicurative) ed in televisione (la trasmissione Rai “Occhio alla spesa”, condotta dal giornalista Alessandro Di Pietro, ha già acceso i riflettori su questa triste vicenda.

Assicuri blog come sempre vi terrà informati circa le evoluzioni che avrà questa vicenda, nella speranza che Ina Assitalia torni sui suoi passi e riduca le “disdette selvagge” per le polizze R.C. Auto!

Share.

6 commenti

  1. antonio viglione on

    ad un giorno dalla scadenza della polizza mi reco in agenzia per il rinnovo della stessa e apprendo che il contratto è stato scisso senza alcun preavviso ne scritto o telefonico o in alcun altro modo. Probabili cause, due sinistri subiti, in due anni;sono stato tamponato due volte.Evidentemente l’INA ASSITALIA non ha gradito che mi sia fatto risarcire! E’ una assicurazione che prende solo non da!
    Al di là dell’azione legale che ho intrapreso mi chiedo che paese è il nostro dove puoi essere truffato da un ente legalmente riconosciuto?

  2. Caro Antonio
    la sua lamentela è perfettamente legittima, oltretutto in virtù del fatto che la compagnia dovrebbe avvisare in caso di disdetta (soprattutto Ina Assitalia che le disdette dai clienti le ha spesso volute pena il dovere rimanere controvoglia legati a loro!), ci faccia sapere come evolve la sua azione legale!

  3. la mia compagnia fondiaria sai nn mi rinnova il contratto perche’. nn lo so sono piu’ di sette anni cu 1 prima classe senza mai un incidente. il numero verde dice che alla compagnia nn faccio guadagnare un soldo. invece su tutti i terminali fondiaria sai risulta pluriincidenti su targa e nominativo e nn e vero ho attestato di rischio è pulitissimo. che devo fare?

  4. Fondiaria Sai non può accusarla di avere avuto incidenti se non li ha avuti (a maggior ragione se neppure loro li hanno segnati sull’attestato) … al di là di questo se non accettano il rinnovo ovviamente le dico di cambiare compagnia, a maggior ragione che mi sembra stia dicendo che non si sono comportati in maniera propriamente simpatica!

  5. ciao raga ho risolto pwr fortuna ci sta ispettorato sinistri mi hanno spiegato tutto. cosi decido io se assicurare la macchina oppure no grazie a tutti. alla fine, la fondiaria nn centra nulla.

  6. Pingback: Ina Assitalia: multa per le disdette forzate | assicuri.com

Commenta qui