Unit Linked: polizze da capire

1

La polizza Unit Linked, sebbene abbastanza venduta persino in un mercato tradizionalmente ostico per i prodotti vita come l’Italia, è ancora un mistero per molti nel suo funzionamento (effettivamente non proprio intuitivo) e per quanto riguarda il meccanismo di maturazione degli interessi.

Le polizze Unit Linked rientrano nel panorama dei prodotti vita di tipo finanziario-assicurativo, in cui i premi che l’assicurato versa non vanno nelle gestioni separate delle compagnie assicurative, bensì in fondi di investimento o SICAV (Società di Investimento a Capitale Variabile, praticamente delle SpA volte ad investire il risparmio raccolto).

Per quanto riguarda la maturazione degli interessi a mio modo di vedere le polizze Unit Linked dovrebbero essere guardate più come prodotti finanziari che come assicurazioni, in quanto il premio versato è utilizzato per acquistare quote di fondi o SICAV, salvo qualche caso non ritroviamo neppure le garanzie essenziali per un investimento sicuro, come il rendimento minimo garantito … e allora perché sono assicurazioni direte voi?

Semplice, perché in abbinamento viene offerta la più classica delle coperture, ovvero quella in caso di morte, in forma costante o decrescente a seconda della tipologia di prodotto.

polizze unit linked

Impossibile dare un giudizio sui fondi in cui vengono investiti i nostri soldi quando decidiamo di stipulare una Unit Linked: sono attualmente quasi 1.500 … alcuni rendono bene, altri sono disastrosi.

Uno dei punti forti di questa tipologia di polizze  è la possibilità di riscatto anticipato tipicamente più vantaggiosa rispetto ai piani vita tradizionali, sia per il tempo minimo che deve trascorrere prima della domanda sia per le penalità che vengono applicate sul capitale versato.

La caratteristica di ibrido tra un investimento finanziario ed un’assicurazione fa sì che la Unit Linked sia più adatta ad una clientela di mezza età rispetto ai giovanissimi e agli anziani … non mi azzardo a consigliare una compagnia in particolare vista la varietà ed il continuo rinnovamento di prodotti e fondi di investimento, anche se personalmente tenderei a preferire assicurazioni solide e grandi come Allianz, Generali o Fondiaria SAI (ma questa non deve essere presa come regola universale!).

Share.

1 commento

  1. Pingback: Raccolta vita in calo: il crollo del 2011 | assicuri.com

Commenta qui