Assicurare le mani

1

Come assicurare le mani?

Leggiamo spesso di celebrità che assicurano parti del corpo per milioni di sterline o di dollari, e molte volte sorridiamo, certi che si tratti di una di quelle stravaganze da star (beh, spesso leggiamo poche righe dopo che oltre all’assicurazione la star di turno richiede anche una vasca di orchidee e la tazza del water riscaldata … non è colpa nostra se pensiamo sia una stravaganza!).

Ragionando a mente fredda capiamo invece che stipulare un contratto di assicurazione che preveda quantomeno una supervalutazione di una parte del proprio corpo non è un’idea stupida, perlomeno per molti professionisti le cui entrate dipendono tutte dalla funzionalità di quel dato arto.

Assicurare le mani è la pratica più come in questo genere di operazioni: pensiamo a cosa sarebbe un medico chirurgo o un chitarrista senza una mano … stipendi a volte di decine di migliaia di euro al mese in fumo, e addio carriera!

assicurare le mani

In Italia piuttosto che stipulare una polizza su una singola parte del proprio corpo non è così diffuso come in Inghilterra o negli Stati Uniti d’America: la pratica più comune è quella della supervalutazione degli arti in questione (se devo assicurare le mani contraggo quindi una polizza infortuni su tutto il corpo, ma inserendo una specifica clausola pongo la perdita anatomica o funzionale anche solo di una parte della mia mano -il pollice ad esempio- come condizione per avere riconosciuta un’invalidità del 100%).

Le tabelle di supervalutazione degli arti possono (devono!) essere consultate prima di sottoscrivere il contratto, in modo che chi decida di assicurare le proprie mani possa decidere con cognizione di causa se ne vale la pena o meno (dipende soprattutto dal reddito che da queste deriva o può derivare in futuro).

Per chi volesse una polizza analitica di stampo anglosassone il consiglio è invece quello di … informarsi sulle assicurazioni inglesi! nel campo delle assicurazioni quelli che vengono considerati i migliori quando si tratta di assicurare le mani sono i Lloyd’s of London e Chubb Group.

In genere la polizza italiana con la supervalutazione degli arti non prevede trafile particolari rispetto ad una normale assicurazione infortuni, semplicemente la compilazione di un questionario con gli infortuni pregressi ed una breve serie di domande di tipo generale; il discorso cambia radicalmente per le costose (e ultra coprenti) polizze analitiche dei vip! ma se avete esigenze non troppo fuori dalla norma ve ne accorgerete: assicurare le mani contro gli infortuni è più semplice di quanto sembri!

Share.

1 commento

Commenta qui