Novità: l’R.C. Auto di Intesa Sanpaolo

8

 R.C. Auto Intesa Sanpaolo

Il 2011 porta con sè l’ennesima novità: un’assicurazione R.C. Auto di Intesa Sanpaolo, interamente fatta in casa, senza appoggi a compagnie assicurative esterne. La portata di questa operazione è potenzialmente interessante (basti pensare che la banca conta oltre 11 milioni di clienti sparsi in tutta Italia), e si spera possa portare una grossa boccata di ossigeno in particolare al Sud, a cominciare da Napoli e provincia, e in generale in tutti quei centri in cui le assicurazioni già consolidate stanno creando più disagio che servizio.

L’R.C. Auto della banca Intesa Sanpaolo prevederà (credo facoltativamente!) l’installazione di una sorta di scatola nera nell’abitacolo, novità che dovrebbe snellire le procedure di valutazione del danno e liquidazione, oltre a contattare direttamente una centrale operativa in caso di incidente stradale.

L’obiettivo, ambizioso ma realizzabile, di banca Intesa Sanpaolo per quanto riguarda la raccolta premi sarà arrivare in tempi brevi a 17 miliardi di euro … il progetto è già pronto a partire su 3 regioni campione, e in tempi brevi dovrebbe estendersi a tutto il territorio nazionale. La curiosità di scoprire i prezzi di queste polizze R.C. Auto è senz’altro forte, sia tra i correntisti sia tra i professionisti del settore, per vedere se le ambizioni della bancassicurazione si concretizzeranno già in tempi brevi.

Sicuramente l’entrata di Intesa Sanpaolo nel settore assicurativo è una buona notizia per la concorrenza sul mercato (ripeto, specialmente al sud Italia, dove c’era più bisogno di questa presenza capillare), vi terremo aggiornati, nel frattempo siete invitati a scrivere le prime impressioni al momento dei preventivi!

Share.

8 commenti

  1. Ci mancava che anche le banche si mettessero a vendere polizze R.C.A.. Tra un pò probabilmente lo farà anche Poste Italiane.

    Ed intanto mentre questi colossi cercano di immettersi nel mercato assicurativo cercando di sfruttare gli elenchi dei loro innumerevoli correntisti per piazzare i loro prodotti e molto spesso con personale scarsamente qualificato in materia assicurativa, molti assicuratori chiudono le proprie agenzie.

    Sicuramente la Banca San Paolo inizierà a vendere polizze auto a prezzi stracciati e l’anno successivo inizierà ad adeguarsi all’andazzo del Sud oppure a pensare di abbandonare il settore inviando disdette a raffica.

    L’esperienza di un’altra Banca (non faccio nomi) insegna, dopo un anno i clienti stanno tornando a gambe levate dai loro vecchi amici assicuratori.

  2. Caro tony hai proprio ragione!
    La situazione che sta vivendo il mercato assicurativo Rca è una vergogna. Tutte le società che già operano nel settore si lamentano che non fonte di guadagno ma altre, banche, poste ecc. vogliono entrarci. O sono balle che ci vogliono far credere o ancora ci sono margini di forti utili. Le banche, avendo una struttura quasi capillare sul tutto il territorio nazionale. entrano nel mercato sporcando tutto il sistema., senza preparazione professionale sfruttando quei poveretti dei dipendenti che non possono rifiutarsi di farlo. Mi fanno pena. Intanto chi ha lavorato, lavorano professinalmente o rischiano la chiusura dell’agenzia se non hanno già chiuso. E’ facile operare a zero spese?
    Tutto questo a scapito dei consumatori che ancora credono alla liberalizzazione delle tariffe. Serve solo e soltanto a far arricchire sempre più chi è già ricco. Basterebbe soltanto il ripristino di una tariffa unica obbligatoria uguale per tutti, distinta solo su basi provinciali, condivisa tra le stato associazioni da categoria comoagnie di assicurazioni. Solo cosi non si creerebbe DISUGUAGLIANZE SOCIALI. Vi sembra giusto che chi ha più potere (più auto da assicuare) ha più sconto rispetto a chi ha solo un’auto? che colpa ha un padre di famiglia con due figli piccoli e moglie casalinga che possiede solo un’auto, perchè non può contrattare un premio adeguato? La rca è obbligatoria per tutti? la tariffa deve essere obbligatoria per tutti. Chi ci governa va a nozze con queste cose…….

  3. ciao a tutti io penso che sia una iniziativa molto positiva quella della S. Paolo perchè in questo modo c’è più concorrenza ed e possibile offrire un serviozio aggiuntivo ai correntisti. Spero che questa iniziativa arrivi presto anche in Campania, sono curioso di fare un preventivo.

  4. Pingback: Giancarlo Giannini dell'ISVAP: occorre riforma | assicuri.com

  5. Pingback: R.C. Auto in Banca: opinioni | assicuri.com

  6. L’iniziativa di Intesa Sanpaolo potrebbe rivoluzionare tutto il sistema della rc auto. L’impegno maggiore deve essere rivolto all’innovazione del sistema operativo del risarcimento, gestito da professionisti onesti e ben retribuiti,diversamente non si arresterà l’emorragia dei sinistri

  7. Salvatore Iodice on

    Salve sarei lieto se potrei avere chiarimenti del mio contratto assicurativo della mia auto Peugeot 306 Targ.BG547EB con la società EurizonTutela pagavo la copertura assicurativa con tariffa regolare con un inporto di appena 650 euro annue con il cambio di società Intesa Sampaolo Assicura sono passato da 650 ad un importo di 1076 euro annue, da premettere che come classe di merito ho la S5 e sono cliente con la banca,intesa sampaolo da quasi 25 anni e con eurizon da quasi 6 e non ho mai riportato danni a nessuna delle due società vi prego di mandarmi in forma cartacea spiegazioni,relative alla documentazione assicurativa ed essere contattato al più presto(E potuto sucedere che cè stato un errore nello stipulare il contratto,Senza che chi emette le polizze non se ne sia accorto? Grazie

  8. Buongiorno Salvatore
    si rivolga alla compagnia per questo genere di richieste, noi siamo solo un blog di assicurazioni.
    Mi permetta di farle notare che può essere che più che un errore potrebbe essere che cambiando compagnia la tariffa (evidentemente differente) sia a lei più sfavorevole.

Commenta qui