Riforma di Banche e Assicurazioni?

0

Il Presidente dell’Antitrust Antonio Catricalà lo ha dichiarato: servirebbe una Riforma di Banche e Assicurazioni, per eliminare tutto quanto possa pregiudicare la competitività degli istituti operanti in questi settori.

Catricalà (in foto) ha denunciato quello che Assicuri Blog dice già da tempo, ovvero che le questioni riguardanti Assicurazioni e Banche sembrano essere sparite dall’agenda politica, tanto è vero che nemmeno gli spaventosi aumenti delle polizze R.C. Auto nel 2011 ed il fiorire di contrassegni falsi e compagnie fantasma sembrano avere scalfito l’indifferenza che la politica italiana sta dimostrando verso i problemi dei consumatori.

Se da un lato una riforma nel 2012 è auspicabile, dall’altro questa dovrebbe essere ben pianificata, visti i recenti “mancati successi” della Legge Bersani e dell’Indennizzo Diretto, che sembrano non avere contribuito più di tanto ad abbassare il livello generale dei premi pagati alle compagnie.

Catricalà auspica anche una revisione in alcuni punti del modo di operare dellebanche, indagate dall’antitrust (ovviamente solo alcuni istituti) per avere subordinato la concessione di mutui alla sottoscrizione di polizza vita troppo costose, andando di fatto a rompere quella che doveva essere una generale riduzione dei costi del settore.

riforma banche assicurazioni

Al di là del discorso Riforma di Banche e Assicurazioni, Antonio Catricalà spende anche, all’assemblea di Assonime, alcune parole riguardanti l’ingresso in Fonsai di Unicredit, che andrebbe di fatto a rafforzare Mediobanca, dicendo che quando ci sarà una decisione, questa verrà immediatamente comunicata al mercato.

Il Presidente dell’ABI Giuseppe Mussari, rimarca soprattutto i lati positivi della seconda indagine dell’Antitrust sui costi dei conti correnti, esaltandone il loro abbassamento.

Share.

Commenta qui