Zurich American Insurance Company e il caso Sony

0

Zurich American e Sony 

Zurich American Insurance Company fa sapere che non risarcirà Sony per il caso del furto di dati personali dei clienti avvenuto durante l’attacco informatico al PlayStation Network (PSN), poiché il colosso giapponese non si era tutelato per questa eventualità, ma solo per danneggiamentidi persone fisiche o proprietà.

La doccia fredda arriva proprio nel momento in cui stanno prendendo il via numerose class action volte ad ottenere il risarcimento per questa violazione assolutamente evitabile, che ha arrecato danno a nnumerosi clienti che avevano dato fiducia a Sonyabilitandoli a tenere in serbo i loro dati personali.

Zurich American spiega il diniego

Gli attacchi informatici degli hacker, che fino ad ora pare abbiano arrecato circa 178 milioni di dollari di danni al colosso nipponico, non verranno risarciti anche perché è tuttora opinabile che il furto di dati digitali possa essere equiparato ad un qualsiasi furto di beni materiali (e quindi assicurabile). Zurich American Insurance Companynon può quindi fornire una copertura al sinistro poiché ciò che è avvenuto non era oggetto del contratto di polizza.  Nonostante i clienti siano rimasti fedeli a Sony (che li ha ringraziati con il programma Welcome Back) saranno innumerevoli le richieste di risarcimento -non solo per danni morali, ma anche psicologici!- che pioveranno in Giappone … per la ditta elettronica si preannuncia un 2012 nero, motivo per il quale gli azionisto sono già preoccupati … chissà se le assicurazioni con Zurich American Insurance Company verranno ritoccate!

Share.

Commenta qui