Disturbatore di Frequenza: nuovo incubo delle assicurazioni

0

Il disturbatore di frequenza promette di diventare (anzi è già) un nuovo grattacapo per i possessori di automobili, e di conseguenza delle compagnie di assicurazione, in particolare per quanto riguarda il discorso furto, che rischia di conoscere una nuova impennata se non si troverà al più presto una soluzione al problema.

disturbatore di frequenze

Cos’è un disturbatore di frequenza e come funziona

Un disturbatore di frequenza (o jammer) assomiglia molto nel funzionamento e nelle finalità ai disturbatori radio: inibiscono il funzionamento dell’antifurto dell’auto non bloccando il dispositivo in sé, ma semplicemente il telecomando: interferendo nel segnale che il nostro telecomandino lancia alla chiusura del veicolo si riesce a far credere al proprietario di avere chiuso l’auto mentre in realtà questa rimane aperta, alla mercé dei ladri. Non necessariamente si ruberà l’auto: il dispositivo risulta utile anche a chi voglia impossessarsi di pc portatili o altri oggetti di valore che vengono lasciati nell’abitacolo anche per poco tempo (non si tratta di usare spadini o attrezzi macchinosi, qua l’auto è già aperta!).

Il potenziale dannoso dei disturbatori di frequenza è comprensibilmente molto alto: vedremo se questi jammers faranno impennare i furti d’auto o se, come speriamo, si riesca a dotare le vetture di antijammers in tempi relativamente brevi.

Share.

Commenta qui