Aumento dell’IVA al 21%

0

In questi giorni si discute di economia come non mai: uno degli argomenti che tiene maggiormente banco (e suscita la giusta curiosità dei lettori) è l’aumento dell’IVA dal 20% al 21%, per il momento solo ipotizzata, e di cui ha parlato oltre al Ministro dell’Economia Giulio Tremonti anche il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani. Lo stesso Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha dichiarato che un innalzamento dell’imposta sarebbe preferibile rispetto al contributo di solidarietà. Va da sé che Tremonti sa bene come un rialzo porterebbe ad un aumento dei prezzi (evento che in questo momento sarebbe da evitare per ovvi motivi legati al potere d’acquisto degli italiani) e, pur non disdegnando l’idea, probabilmente in cuor suo spera ancora di rimandarla ad un momento successivo.

aumento iva 21%

Cos’è l’IVA

Dare una definizione di IVA è quantomeno doveroso in una situazione così delicata, in cui la gente ha il diritto di capire bene cosa sta succedendo.

Dire cos’è l’IVA è tutto sommato semplice: l’Imposta sul Valore Aggiunto, regolata dalla VI Direttiva CEE del 1977, è un tributo che colpisce qualsiasi forma di valore aggiunto nella produzione, vendita o scambio di beni o servizi.

La domanda successiva è evidentemente: a cosa serve e cosa va a finanziare?anche qua la risposta è inconfutabile … l’IVA va a coprire le spese per i servizi pubblici.

Aumentare l’IVA è corretto?

L’aumento dell’IVA al 21% è sicuramente una facoltà del Governo (che ha potere di innalzarla fino al 25% se ritenuto opportuno) … sul fatto che questo aumento sia corretto, a parte l’innegabile situazione di emergenza in cui siamo attualmente, ci sarebbero molte cose su cui ridire. Per la definizione che abbiamo dato prima a mio avviso sarebbe doveroso cercare prima di ridurre al minimo la spesa pubblica, diversamente sarebbe come aumentare il flusso d’acqua nel tentativo di riempire un catino bucato … fino a quando la spesa pubblica sarà elevata anche a causa di uscite tranquillamente contenibile la mia personale opinione è che l’IVA andrebbe lasciata così come è.

Si accettano ovviamente anche i pareri dei lettori, che possono scrivere cosa pensano di questo aumento dell’IVA al 21% nell’apposita area commenti qua sotto!

Share.

Commenta qui