Riforma Assicurazioni RC Auto: cosa cambia?

0

Riforma Assicurazioni

Si fa un gran parlare di riforma assicurazioni RC Auto negli ultimi giorni, ma cosa cambia realmente in questo periodo a cavallo tra 2011 e 2012 rispetto al dopo Legge Bersani? cercare di capire potrebbe portare a cocenti delusioni per il consumatore, giacché le uniche novità certe non sembrano essere propriamente buone notizie!

Tabella Unica Risarcimenti

<>Si eliminano le disparità di trattamento da un tribunale all’altro … peccato che sembra ormai evidente che questo livellamento avverrà verso il basso (alcuni parlano di riduzioni medie dei risarcimenti tra il 35% e il 40%!).

Cos’è la Tabella Unica dei Risarcimenti? è un’uniformazione simile a quella che avvenne nel 2003 per le microlesioni, volta a quantificare il danno biologico (compreso quello morale) secondo un criterio variabile a seconda di sesso, età e grado di invalidità di chi ha subito lesioni fisiche permanenti.

Questa è finora l’unica concreta svolta data dalla Riforma Assicurazioni RC Auto.

Riforma del Bonus Malus

Molto più utile, ma ancora in alto mare (chissà se hanno già realmente cominciato a lavorarci?) è la riforma del Bonus Malus.

L’Italia tra 20 anni probabilmente sarà popolata esclusivamente o quasi da persone nelle prime tre classi di merito (la maggior parte presumo saranno in CU1) vanificando dunque l’attuale meccanismo di evoluzione delle classi di merito. In altri stati l’evoluzione non funziona così, rendendo più realistica l’appartenenza ad una CU bassa (nonché più conveniente dal punto di vista del risparmio), mentre in Italia chi raggiunge la classe più bassa possibile spesso si vede aumentare continuamente l’assicurazione.

La riforma assicurazioni RC Auto dovrebbe correggere certe anomalie (che ci fanno girare le scatole non poco quando andiamo a rinnovare la polizza!) … il Presidente dell’ISVAP Giancarlo Giannini ha già parlato della “necessità di elaborare una nuova scala di coefficienti di merito”, ma non si sa ancora quando questa sarà pronta … sperando di non ridurci a quando saremo tutti in 1a classe!

Riforma Fiscale nelle assicurazioni

Le istituzioni se ne guardano bene dal parlarne, ma la riforma delle assicurazioni RC Auto dovrebbe ricomprendere necessariamente anche l’aumento della tassazione su questo tipo di polizze: abbiamo già parlato più volte degli effetti che il federalismo fiscale ha avuto su questo genere di contratti, sui quali già in molte province si pagano più tasse … evidentemente i politici considerano questo evento qualcosa che non va a riformare il settore … probabilmente consumatori e agenti di assicurazione non sono dello stesso avviso!

RC Auto 2012: costretti a guardarci intorno

In tutto questo emergono due elementi che non possono essere variati nè dal consumatore nè dall’agente o broker di assicurazione: la tassazione e la percentuale di danno biologico in sede di risarcimento … l’unica arma che i clienti avranno nel 2012 sarà la libertà di girare da una compagnia all’altra e fare preventivi online su siti internet sempre più completi … ancora una volta chi si chiede “come faccio a risparmiare sull’assicurazione” dovrà rispondersi armandosi di pazienza e cominciando a sondare internet e gli uffici della sua città: la riforma assicurazioni RC Auto per ora non è soddisfacente, proviamo a guardare il futuro con fiducia!

Share.

Commenta qui