Arriva l’autovelox che controlla l’assicurazione

0

Dalla legge di stabilità 2012 emerge un dettaglio importante: l’autovelox da ora in poi potrà essere utilizzato anche per controllare la validità dell’assicurazione RC Auto.

La notizia era già nell’aria da alcuni mesi (praticamente da quando le strumentazioni tecniche hanno iniziato a permettere questo tipo di accertamento) ma in questi giorni è arrivata la certezza definitiva.

Modifiche all’art. 193 Codice della Strada

Nell’articolo 4 del maxi emendamento è infatti prevista una modifica all’art. 193 del Codice della Strada, che conterrà 3 commi aggiuntivi, ovvero:

  • 4-ter. L’accertamento della mancanza di copertura assicurativa obbligatoria del veicolo può essere effettuato anche mediante il raffronto dei dati relativi alle polizze emesse dalle imprese assicuratrici con quelli provenienti dai dispositivi o apparecchiature di cui alle lettere e), f) e g) del comma 1-bis dell’articolo 201, omologati ovvero approvati per il funzionamento in modo completamente automatico e gestiti direttamente dagli organi di polizia stradale di cui all’articolo 12, comma 1.
  • 4-quater. Qualora, in base alle risultanze del raffronto dei dati di cui al comma 4-ter, risulti che al momento del rilevamento un veicolo munito di targa di immatricolazione fosse sprovvisto della copertura assicurativa obbligatoria, l’organo di polizia procedente invita il proprietario o altro soggetto obbligato in solito a produrre il certificato di assicurazione obbligatoria, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 180, comma 8.
  • 4-quinquies. La documentazione fotografica prodotta dai dispositivi o apparecchiature di cui al comma 4-ter , costituisce atto di accertamento, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689, in ordine alla circostanza che al momento del rilevamento un determinato veicolo, munito di targa di immatricolazione, stava circolando sulla strada.

Attenzione anche ai varchi ZTL

Oltre al controllo dell’assicurazione RC Auto mediante autovelox, bisognerà tenere in considerazione anche che il transito davanti alle telecamere dei varchi ZTL potrà valere come prova che la nostra vettura (o scooter o moto) stava transitando in un dato giorno in un punto x d’Italia, il che potrà essere utilizzato per smascherare chi guida senza polizza RC Auto.

Giusto il controllo dell’assicurazione tramite autovelox

Molte province hanno già dato disponibilità ad attuare immediatamente queste disposizioni, al fine questa volta non tanto di punire gli eccessi di velocità ma proprio di smascherare chi gira con un tagliando falso arrecando non pochi problemi di sicurezza sul territorio italiano. Obiettivamente ritengo giusto che chi commetta questo genere di reato possa essere smascherato anche mediante un’analisi di questo tipo, in quanto qua l’accusa ai comuni di volere “fare cassa con le multe” viene senz’altro meno, trattandosi di repressione di un comportamento fraudolento e socialmente pericoloso (non che l’eccesso di velocità non lo sia, ma lì sicuramente occorrerebbe distinguere tra caso e caso, e non è questa la sede). Qual è la vostra opinione riguardo al controllo della copertura assicurativa tramite l’autovelox?

Share.

Commenta qui