Redditometro 2011: più precisione per le assicurazioni

0

Il redditometro 2011 sarà più preciso su diversi parametri, tra cui quello riguardante le assicurazioni, che porteranno ad una presunzione di reddito più bassa rispetto alle precedenti versioni.

Quello di questo anno sarà insomma un redditometro più leggero rispetto alle precedenti versioni, e questa è una doppia vittoria: prima di tutto perché si spera che gli italiani vengano meno “tartassati” da eventuali errori, secondariamente perché perde di valore la tanto decantata “insindacabilità” dei conti fatti in precedenza (alla quale a dire il vero non credeva praticamente nessuno!).

Agenzia delle Entrate e Sose  (la Società per gli Studi di Settore) sembrano insomma intenzionati a varare uno strumento soft, sensibilmente diverso rispetto a quello che ha provocato incubi nelle notti e nelle dichiarazioni dei redditi) degli italiani per anni … una buona notizia in questo mare di preoccupazioni che ci attende per il 2012!

Partita la sperimentazione del nuovo redditometro, vogliamo comunque sperare che i progressi non si fermeranno qui: Mario Monti, Ministro dell’Ecomia ad interim e coadiuvato da tecnici di spessore (primo tra tutti quel Guido Tabellini che avevamo erroneamente pronosticato ministro pochi giorni fa) si spera riescano a migliorare ulteriormente questo strumento, consentendo un calcolo sempre più realistico e tabelle sempre più aderenti alla situazione del 2011 e 2012.

Ovviamente non solo le assicurazioni sono state ritoccate: anche auto, colf, badanti e collaboratori domestici e possesso di immobili hanno subito importanti cambiamenti.

Per una volta possiamo permetterci un po’di ottimismo parlando di assicurazioni ed economia in generale, speriamo che il redditometro nel 2011 e nel 2012 non ci deluda dopo averci illuso, stiamo a vedere!

Share.

Commenta qui