CCNL Assicurazioni: dipendenti agenzie si mobilitano.

0

Il rinnovo CCNL Assicurazioni tarda ad arrivare, ormai in maniera a dire poco incresciosa.

I sindacati Fiba Cisl, Fisac Cgil, FNA Snfia Uilca chiamano alla mobilitiazione i dipendenti delle agenzie assicurative per un presidio che ha come primo appuntamento quello di oggi 30 novembre a Milano, in Piazza Cordusio (in foto, non a caso sede del palazzo Generali).
rinnovo ccnl
A 2 anni dalla scadenza del contratto gli impiegati si trovano a dovere lottare su più fronti, i più importanti dei quali sono i seguenti:

  • chiusura delle agenzie di assicurazione

  • appalti ed esternalizzazioni delle attività proprie del loro lavoro

  • aumenti delle tariffe RC Auto

  • licenziamenti dovuti alla liquidazione coatta amministrativa di Arfin e Progress

Il mancato rinnovo ha insomma radici profonde in una serie di malfunzionamenti di difficile risoluzione (perlomeno fino a quando non verrà operata una decisa inversione di tendenza).

Assicuri blog segue da vicino questo braccio di ferro che vede protagonisti oltre ai dipendenti anche lo SNA, Unapass e l’ANIA, tanto è vero che le prime discussioni sul rinnovo CCNL Assicurazioni risalgono a maggio su queste pagine (seguendo il link troverete interessanti denunce sorte proprio in quel mese). Ovviamente non abbandoneremo le notizie a sè stesse in un momento così delicato, e ci impegnamo a continuare a fornire news come abbiamo fatto in questi mesi: nei prossimi mesi i presidi prevedono l’occuopazione di altre importanti piazze d’Italia, come Roma, Napoli, Torino e Trieste. I sindacati hanno di fatto rotto le trattative con ANIA poiché ritengono offensiva la loro efferta economica, che non serve neppure a coprire l’inflazione (mentre per contro i top manager delle compagnie assicurative percepiscono stipendi fuori da ogni logica).

Nella speranza che la situazione possa sbloccarsi al più presto la minaccia dei sindacati è quella di ottenere il rinnovo del CCNL Assicurazioni anche mediante scioperi e manifestazioni nazionali (la prima delle quali sarebbe eventualmente già prevista in data gennaio 2012).

Share.

Commenta qui