Acquisto auto nuova e classe di merito

0

In caso di acquisto di un’auto nuova è possibile conservare la propria classe di merito per l’assicurazione RC Auto: questa regola generale è applicabile ogni volta che si possa documentare

  • la vendita della vecchia auto
  • la consegna in conto vendita
  • il furto
  • la demolizione
  • la cessazione definitiva della circolazione
  • l’esportazione all’estero

auto nuova classe merito
Quando vendiamo la nostra vecchia auto quindi dobbiamo conservare l’ultimo attestato di rischio valido, per poterlo riutilizzare quando ne acquistiamo un’altra … la stessa cosa possiamo fare anche se dovessimo demolire il mezzo o se, ahimè, ci venisse rubato.

Facciamo attenzione alle uniche due ipotesi della lista che hanno carattere reversibile, ovvero il furto e la consegna in conto vendita: in questi due casi possiamo prendere la CU del mezzo precedente, ma nel caso questo tornasse nostro poiché invenduto, oppure venisse ritrovato dopo il furto, rientrerebbe in classe 14, perdendo inevitabilmente la vecchia CU.

Ricordiamo che nel caso avessimo la possibilità (e soprattutto la convenienza) possiamo approfittare della legge Bersani, facendo attenzione all’attestato di rischio che andiamo a prendere (vi consiglio di dare un’occhiata all’apposito approfondimento, onde evitare spiacevoli errori di valutazione). Prendere la classe di merito dell’auto venduta insomma non è un obbligo, ma una facoltà, sta a voi fare i preventivi RC Auto con il maggiore numero di compagnie per vedere se potete prendere la classe Bersani di un familiare convivente.

Share.

Commenta qui