Officine in pericolo con la liberalizzazione delle assicurazioni?

0

La liberalizzazione delle assicurazioni, come abbiamo visto alcuni giorni fa, andrà a interessare anche il risarcimento in forma specifica, che verrà promosso e incentivato. Quello che lascia perplessi, se la bozza di legge dovesse assumere carattere definitivo, è il fatto che più che essere promossa questa forma di indennizzo verrà semplicemente disincentivata l’alternativa … spieghiamo meglio … se dovesse passare la norma così come è stata esposta, chi non passerà per il risarcimento in forma specifica avrà un indennizzo decurtato del 30% rispetto al dovuto.

Omicidio stradale

Officine non convenzionate in pericolo

Le officine non convenzionate sono dunque destinate a sparire? beh, probabilmente no, ritengo che sia un’esagerazione dire questo (come invece è stato fatto anche da diversi quotidiani), probabilmente ci sarà una più netta separazione del lavoro tra chi “lavora con le assicurazioni” e chi no … ciò non toglie che una simile norma sembrerebbe essere parecchio iniqua non solo per il danneggiato, ma anche per carrozzieri e meccanici che non intenderanno stringere partnership commerciali con gli istituti assicurativi.

La Comunità Europea potrebbe opporsi alla norma

La UE potrebbe opporsi alla norma in oggetto, poiché contraria a quanto stabilito in materia di libertà di scelta del proprio artigiano di fiducia … se da un lato il poter contare su amici, parenti e conoscenti come meccanici e carrozzieri potrebbe favorire (e di fatto favorisce) le frodi assicurative, dall’altro in effetti non si può dire che sia giusto obbligare una persona a servirsi di una determinata carrozzieria, magari non di propria fiducia, solo perché convenzionata e quindi comoda solo per una delle due parti del contratto, oltretutto quella forte, ovvero la compagnia.

Riformare l’indennizzo diretto sarebbe più produttivo?

Il risarcimento in forma specifica potrebbe anche avere senso, anzi sicuramente lo ha, ma non andrebbe perseguito con questa politica penalizzante, piuttosto bisognerebbe incentivare i clienti con sconti e promozioni per chi accetta la condizione (le compagnie in questo erano pure partiti con il piede giusto!) … se poi si volesse porre un freno alle frodi assicurative si dovrebbe anche rivedere il meccanismo dell’indennizzo diretto, che così come è adesso non fa altro che favorire perizie frettolose, sinistri chiusi senza che ve ne siano ancora le condizioni e tante, troppe situazioni “aggiustate alla meno peggio”.

Opinioni da meccanici, carrozzieri, clienti e assicuratori

L’argomento è spinoso, e tutto sommato è stato affrontato poco dai quotidiani nazionali, che si sono soffermati su altri aspetti della liberalizzazione delle assicurazioni … in questo inizio 2012 i motivi di discussione in ambito assicurazione auto sono davvero tantissimi, noi oggi sul discorso delle officine convenzionate cerchiamo il parere sia degli artigiani interessati (meccanici, carrozzieri, elettrauto ecc.) sia dei clienti e, perché no, di agenti e broker assicurativi, mettendo a disposizione, come nostro uso, l’apposita area commenti in fondo alla pagina.

Share.

Commenta qui