Axa Assicurazioni: sconti per chi compra Renault Twizy

0

Renault Twizy ha finalmente aperto le porte al mercato: l’attesissima vettura francese è in vendita da inizio 2012, anche se già da parecchi mesi sta stimolando la curiosità degli amanti delle autovetture e delle “diavolerie tecnologiche” in genere.

Le particolarità che rendono questa vettura unica sono parecchie, e una delle note positive è che l’assicurazione dovrebbe risultare mediamente piuttosto economica (anche se innegabilmente è sul discorso consumi che risiede la vera novità), a maggior ragione ora che Axa si è fatta avanti con uno sconto per chi sceglierà, anche in Italia, di acquistare questo bizzarro mezzo a quattro ruote.

 

Renault Twizy: cosa c’è di nuovo?

Renault Twizy è un’auto elettrica pensata appositamente per la città: a fronte di motori assai contenuti (uno da 5,5 Cv e uno da 11 Cv) possiede le dotazioni di un’auto tradizionale, compresi 4 freni a disco molto potenti, capaci di arrestare il mezzo anche in situazione di emergenza.

Difetti …

Innegabilmente qualche limite rispetto a una tradizionale city car è facilmente ravvisabile: ha solo 2 posti (come una Smart) e non può viaggiare in autostrada (ok, mi direte che una city car non è fatta per i percorsi autostradali, ma in caso di mergenza almeno averne la possibilità sarebbe potenzialmente interessante); premesso che non l’abbiamo ancora provata personalmente, guardando i primi test su strada si ravvisa anche qualche piccolo problema a livello di comodità degli interni rispetto alle auto tradizionali, ma non sembra comunque particolarmente disagevole!

… e pregi

Apparentemente i pregi di Renault Twizy superano ampiamente i difetti: agilissima (arriva quasi a girare su se stessa) promette risparmi da favola (per 30.000 km di percorrenza si arriva a risparmiare 5.000 € su una Smart, anche tenendo conto del canone di noleggio della batteria, unica nota “salata” della vettura francese).

Caratteritiche

Senza soffermarci troppo sulle caratteristiche tecniche di Renault Twizy (ci sono blog specializzati sui motori che sicuramente lo hanno già fatto e meglio di noi) ci limitiamo a ricordarne le dimensioni davvero ridotte (una volta tanto!): 233×119×146, il peso: 450 kg, la capacità di carico: 86 litri divisi in due vani e l’autonomia dichiarata, che è di 100 km con un “pieno” di energia, che vi costerà all’incirca 1€.

Axa Assicurazioni; sconti per chi acquista Renault Twizy

Le compagnie assicurative, che già da anni vedono di buon occhio chi acquisti un’auto elettrica, stanno cercando di accaparrarsi fette di mercato nel business dell’assicurazione auto elettrica, che se per ora non sta dando grosse soddisfazioni, dovrebbe poterne dare in futuro, quando finalmente -si spera- l’Italia sarà dotata di un numero di colonnine tali da invogliare all’acquisto i potenziali clienti (dai sondaggi si evince che molti italiani non vedono l’ora di acquistare una vettura che li liberi dal giogo della benzina, anche se attualmente risulterebbe troppo scomodo, se non impossibile, approfittarne).

Axa Assicurazioni offre uno sconto del 20% sull’assicurazione auto per chi acquista una Renault Twizy, inoltre la casa francese (così cone Nissan) ha scelto Axa Assistance per quanto riguarda l’assistenza delle proprie vetture elettriche, per potere usufruire del servizio di recupero e non solo nei seguenti Paesi: Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Regno Unito, Austria, Belgio, Lussemburgo, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Grecia, Norvegia, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Svezia e Svizzera.

Renault Twizy: il prezzo? vale la pena?

Va bene direte voi, appurato che si spende poco di carburante e si risparmia sull’assicurazione quanto costa la Renault Twizy?

Non si può parlare di un regalo, però il costo (6.990 € per la 45 e 7.880 € per la “pesante” da 11 Cv sono prezzi abbordabili. Attenzioni agli optional, che si pagano abbastanza, e valutate comunque l’influenza dei costi di noleggio della batteria, che sono variabili in base al kilometraggio.

Nel complesso a noi sembra conveniente, anche se non ci azzardiamo a dirvi “compratela”, specialmente fino a quando le colonnine di ricarica non saranno adeguatamente presenti sul territorio. Se voleste scrivere opinioni, giudizi o recensioni, l’apposita area commenti qua sotto rimane aperta a chiunque volesse dire la sua.

Share.

Commenta qui