Assicurazioni online: preventivi in crescita

0

Le assicurazioni online piacciono sempre di più agli italiani … il dato appare particolarmente curioso in virtù del fatto che mai come nell’ultimo anno questo genere di RC Auto ha vissuto aumenti pesanti aumenti di prezzo (l’Aiba parla di un +12%).

Vediamo quali sono i fattori che hanno decretato questo incremento delle polizze dirette nonostante gli elementi potenzialmente sfavorevoli.

Aumenti anche per le RC Auto tradizionali

I preventivi di assicurazioni online sono cresciuti nonostante l’aumento delle tariffe principalmente per un semplice motivo: le RC Auto tradizionali sono -in alcuni casi- cresciute ancora di più!

Ovviamente nella maggior parte delle province d’Italia occorre fare i conti con i rincari dovuti all’aumento della tassazione, che colpisce indipendentemente dalla compagnia assicurativa, ma anche le tariffe di numerosi marchi (anche storici e storicamente convenienti) hanno subito ritocchi al rialzo di non poco conto.

Mitigato l’effetto “ti prendono e poi ti aumentano il premio”

Gli aumenti generalizzati del 2011 (e dell’inizio 2012) ha mitigato parecchio lo sgradevole effetto che molto spesso veniva imputato alle assicurazioni online, che si potrebbe riassumere con la seguente frase: “ti offrono un preventivo conveniente, ti prendono come cliente e l’anno dopo ti aumentano la polizza, costringendoti a cercare immediatamente un nuovo marchio, con tutti gli aggravi in fatto di perdita di tempo che ne conseguono”.

Ormai anche le compagnie tradizionali, ahimè, aumentano le tariffe e strozzano gli agenti e i broker togliendo loro i margini di scontistica, con la spiacevole conseguenza di aumentare il premio al cliente appena arrivato.

La legge Bersani ha ridotto la fidelizzazione

Rendere il meccanismo di disdetta più semplice, veloce e trasparente ha abituato il cliente a cambiare assicurazione. Diminuendo la fidelizzazione nei confronti delle compagnie è logico che il cliente abbia molte più possibilità di avvicinarsi alleassicurazioni online, che sono oltretutto quelle con cui è più semplice ottenere unpreventivo.

Più i clienti cambiano compagnia più è facile che si imbattano nelle ultime arrivate, ovvero quei marchi che fino a 10 anni fa in Italia non esistevano neppure, e che non hanno avuto occasione di valutare quando 15, 20 o 30 anni fa hanno stipulato la loro prima RCA.

Conoscendo la ben nota avversione delle compagnie dirette nei confronti della guida libera dobbiamo tenere conto anche del vantaggio che la “mobilità assicurativa” porta a questi istituti, poiché il guidatore che tra i 18 e i 25 anni non era stato voluto (allontanato con tariffe molto alte) avrà ottime possibilità di riavvicinarsi una volta compiuti i 26 anni e diventato appetibile per la Direct Line o la Genertel di turno.

2017: sarà davvero l’anno delle assicurazioni online?

Qualcuno dice che il 2017 sarà l’anno boom delle assicurazioni online in Italia.

Non abbiamo i mezzi per dire se questa previsione sia attendibile o meno (la variabile fondamentale, ovvero come le varie compagnie aumenteranno i prezzi, nessuno la conosce!) ma è plausibile pensare per i motivi sopra elencati che nel 2017 il numero di italiani che cercherà preventivi online sarà sempre più alto.

L’Italia dal punto di vista dei progressi è del resto terreno sicuramente fertile per le compagnie dirette, poiché esse qua da noi partono talmente indietro che difficilmente potranno peggiorare!

Share.

Commenta qui