Admiral Conte: l’assicurazione che salverà Napoli?

0

Sembra che finalmente si sia trovata un’assicurazione disposta a farsi carico dei clienti virtuosi di Napoli a tariffe non eccessive: si tratta di Admiral, compagnia inglese fino ad ora presente in Italia solamente con il marchio Conte.it, compagnia diretta tra le più giovani nel panorama online.

Vediamo come il progetto di Luigi De Magistris per assicurare i napoletani a tariffe non inique sembri andato finalmente in porto, e quali saranno i vantaggi per i partenopei.

napoli conte admiral

Admiral a Napoli: tariffe convenienti

La convenzione RCA Napoli virtuosa consentirà -tramite un protocollo di intesa già sottoscritto- risparmi notevoli rispetto alle tariffe mediamente applicate nel comune di Napoli per i guidatori che non hanno sinistri sull’attestato di rischio e rispondono a requisiti di virtuosità che indicheremo più sotto sempre in questo articolo.

Interessante è il fatto che questa convenzione non contenga alcun vincolo di esclusiva, dando quindi, almeno potenzialmente, la possibilità ad altre compagnie di aderire in futuro (ci verrebbe da dire “altre compagnie estere”, poiché quelle italiane ci sembra che stiano mortificando Napoli e i napoletani con tariffe che essi obiettivamente non meriterebbero, nonché -nei casi più gravi- aggirando l’obbligo a contrarre).

Chi ha diritto all’assicurazione convenzionata

I requisiti per potere essere definito un guidatore virtuoso ce li indica il Comune di Napoli, e noi ve li riportiamo pedissequamente … virtuoso è il guidatore che

  •  risiede nel Comune di Napoli
  • paga regolarmente le imposte locali
  • appartiene ad un nucleo familiare in regola con il pagamento delle imposte locali
  • non è stato coinvolto in un numero anomalo di sinistri
  • è disponibile ad installare sul proprio veicolo un dispositivo telematico che ne controlli in remoto l’attività (la famosa “scatola nera”), da installarsi presso determinate officine che visioneranno preventivamente la vettura

Il fatto che per essere considerati automobilisti virtuosi occorra far parte di un nucleo familiare in regola con i pagamenti delle imposte comunali è stato spiegato con l’equivalenza (tendenziale, ovviamente) tra la regolarità nei versamenti nelle casse del comune e la correttezza nei confronti dei propri concittadini.

Divieto di andare dall’avvocato: come funziona?

Una condizione per avere diritto alla convenzione con Admiral è anche rispettare il divieto di ricorrere ad avvocato prima che siano trascorsi i termini per la proposta d’indennizzo diretto da parte della compagnia, allo scopo di ridurre il costo di disbrigo delle pratiche. In compenso il Comune di Napoli provvederà ad allestire un point destinato all’orientamento del consumatore, in sostituzione all’assistenza del legale.

Conte e Viasat risolveranno i problemi assicurativi di Napoli?

A questo punto non resta che stare a vedere se Admiral Conte e Viasat siano davvero in grado di risolvere i problemi relativi all’assicurazione RC auto a Napoli: ci permettiamo solo di far notare che la convenzione, per quanto sicuramente benvenuta in una situazione tanto disastrosa, non fa ancora percepire quali saranno i ribassi a cui avranno diritto i guidatori virtuosi, e che in ogni caso riguarda un’azienda diretta, quindi senza alcun punto vendita sul territorio, che sarebbe quantomai auspicabile quando si va a stringere un accordo che riguarda tante centinaia di migliaia di persone all’interno di un comune … insomma non chiediamo certo che vengano aperte delle agenzie Admiral Conte, ma almeno che esistano dei riferimenti in carne ed ossa di questa compagnia, una volta stretto l’accordo, ci sembrerebbe il minimo.

Napoli Virtuosa come meccanismo per la lotta alle truffe

Sicuramente la convenzione Napoli Virtuosa è stata vista anche come meccanismo per la repressione delle frodi assicurative (il Comune partenopeo ricorda chiaramente come questa iniziativa sia scaturita dal coinvolgimento non solo di Isvap, assicuratori e associazioni di consumatori, ma anche di Ania, Polizia Locale e periti assicurativi, tre categorie decisamente sensibili al problema truffe!).

Un primo successo nel difficile percorso che porterà Napoli ad affrancarsi dalle tariffe assicurative eccezionalmente care che l’hanno colpita negli anni passati (e anche in questo inizio di 2012) è stato fatto, speriamo che si riesca a continuare così!

Nel frattempo, in attesa di nuove precisazioni, invitiamo chiunque volesse scrivere un commento o un’impressione, a dirci la sua opinione nell’apposito spazio qua sotto.

Share.

Commenta qui