Patente a 17 anni da aprile 2012

0

Dal 22 aprile 2012 entrerà in vigore la norma che permette di iscriversi per prendere la patente a 17 anni.

L’art. 115 del Codice della Strada verrà dunque variato,  inserendo 6 commi aggiuntivi (dall’1 bis all’1 septies) per permettere, tra le altre cose, di anticipare l’età per ottenere il primo permesso di guida; vediamo come si svilupperà questa norma ed eventualmente quali saranno le conseguenze nel mondo, già intricato, delle assicurazioni auto.

patente 17 anni

Documento equivalente al foglio rosa per chi ha 17 anni

Non si parla ancora di conseguire la patente di guida a 17 anni (anche se indubbiamente le prossime richieste verteranno su questo elemento), ma di ottenere un permesso equivalente al foglio rosa, che permetta di condurre la vettura con una persona più anziana in possesso dei requisiti richiesti per fare l’accompagnatore e colui che deve conseguire la livenza di guida.

Requisiti per richiedere la guida accompagnata

Per potere richiedere la guida accompagnata (GA) a 17 anni occorrono  i seguenti requisiti:

  • avere già conseguito la patente A;
  • presentare richiesta alla Motorizzazione Civile;
  • frequentare un apposito corso a scuola guida della durata di 10 ore (con almeno 4 ore di scuola guida su strade extraurbane e 2 ore in notturna);

ricordatevi inoltre che, come già avviene con la P di principiante, dovete munirvi del cartello GA da stampare ed apporre sull’autovettura che il 17enne utilizzerà per le esercitazioni.

Requisiti dell’accompagnatore

Si ricorda che il ragazzo dovrà esercitarsi su mezzi di massa complessiva non superiore a 3 tonnellate e mezza (non si possono trainare rimorchi), e che l’accompagnatore dovrà avere come requisito l’avere conseguito la patente B (o una licenza di guida superiore) da almeno 10 anni. Nessun altra persona oltre al guidatore ed all’accompagnatore può salire sull’automobile durante la guida assistita … se durante le esercitazioni il 17enne prende una multa, questa verrà pagata dall’accompagnatore in solido con i genitori del ragazzo (o comunque con chi esercita l’autorità parentale).

Maggiore esperienza di guida?

La ratio seconda la quale si richiede la guida accompagnata è chiaramente quella di arrivare più preparati ad essere neopatentati. Indubbiamente non c’è motivo di credere che non sia così … nella peggiore delle ipotesi si avrà un corso suppletivo di guida con un po’di pratica su strada extraurbana e in orario notturno … una migliore sicurezza stradale dovrebbe dunque tradursi (in maniera assolutamente potenziale) in un risparmio sull’assicurazione per i neopatentati, che a quel punto sarebbero un po’meno inesperti.

Guida accompagnata e assicurazione auto

Potere iniziare il proprio percorso per conseguire la patente a 17 anni come abbiamo detto potrebbe anche essere una buona idea, anche se ci vorrebbero alcuni anni per elaborare statistiche sulla sinistrosità dei neopatentati realmente attendibili e comparabili con quelle attuali; c’è da scommettere che prima di avere certezza matematica di un’effettiva riduzione della sinistrosità nessuna compagnia si azzarderebbe ad abbassare i premi di un segmento tanto a rischio; certamente se un domani l’istituto della guida accompagnata dovesse veramente dare i frutti sperati la differenza di tariffa tra under 26 e over potrebbe assottigliarsi, lasciando meno divario tra le cosiddette guida libera ed esperta … riuscirà un corso propedeutico a creare una nuova categoria di “neopatentati virtuosi?” tra qualche anno avremo la risposta!

Share.

Commenta qui