Uscita Grecia dall’euro: anche le assicurazioni in Italia rischiano

0

La paventata uscita della Grecia dall’euro potrebbe mettere in seria difficoltà anche le assicurazioni italiane e spagnole: questo è il preoccupante risultato dell’analisi di Fitch (una delle più importanti agenzie di rating), che vedono questi due Paesi tutt’altro che isolati dal rischio legato al debito sovrano.

Perché l’Italia sarebbe in pericolo

Secondo Fitch Italia e Spagna soffrirebbero un’eventuale uscita dall’euro di Atenepoiché i rating delle compagnie assicurative sarebbero influenzati negativamente dalle crescenti preoccupazioni sia sui rating futuri dei deficit pubblici sia sulla vera e propria situazione economica delle aziende … il connubio di queste due condizioni, unito alla situazione macroeconomica generale, avrebbe la spiacevole conseguenza di colpire un po’tutti gli istituti assicurativi, indipendentemente dalle specifiche situazioni patrimoniali di ciascuno di essi.

Uscita dall’euro: meglio pacifica o sofferta?

L’analisi di Fitch sembra piuttosto dettagliata, e prende in esame due differenti modalità di uscita dall’euro della Grecia: qualora il ritorno alla dracma dovesse essere una mossa ben ponderata, non presa sulla scia dell’emotività ed accompagnata da efficaci politiche economiche e sociali, l’impatto sulle assicurazioni italiane dovrebbe essere generalmente limitato, e quelle più solide avrebbero declassamenti relativamente poco preoccupanti. Viceversa, nell’ipotesi di un’uscita “violenta” e carica di malcontento, le implicazioni macroeconomiche e sociali creerebbero uno scenario tutt’altro che tranquillizzante, e i declassamenti potrebbero essere assai più marcati, poiché i Paesi periferici rischierebbero di essere gettati in una sorta di panico.

Germania, Inghilterra e Francia più tranquille verso la crisi greca

Mentre Italia e Spagna dovrebbero -senza fasciarsi la testa- essere abbastanza preoccupate per la crisi finanziaria greca, sembra che Germania, Inghilterra e Francia possano dormire sonni più tranquilli per quanto riguarda le ripercussioni sulle compagnie assicurative: il creditwatch dovrebbe essere assai meno negativo rispetto allo scenario prospettato per Spagna e Italia.

Allianz e Aviva: eccezioni anche per chi sta meglio

Se in linea generale dunque le assicurazioni inglesi e tedesche non dovrebbero soffrire di un’eventuale estromissione dall’euro della Grecia, dobbiamo tuttavia far notare due importanti eccezioni: Aviva, nota compagnia inglese, ricca di esposizioni in Italia, ed Allianz, colosso tedesco con affari in mezzo mondo (ma molti dei quali nel nostro Paese). Queste due compagnie per alcuni versi finirebbero con l’essere equiparate a quelle nostrane, e potrebbero effettivamente rischiare il declassamento pur se appartenenti a Paesi anglosassoni.

Quante sono le possibilità che la Grecia esca dall’euro?

Prendendo per buone le previsioni di Fitch, la domanda dovrebbe a questo punto essere: quante sono le possibilità che la Grecia esca dall’euro? … i pareri al riguardo sono contrastanti. In Italia abbiamo il Presidente del Monte dei Paschi di Siena Alessandro Profumo che sostiene che tali probabilità siano superiori al 50% … altre eminenze in ambito economico (ad esempio gli analisti del Credit Suisse) sostengono che la cosa sia, se non impossibile, quantomeno altamente improbabile, non fosse altro che perché anche l’Europa soffrirebbe troppo (e troverebbe onerosa) la retromarcia della Grecia ed il ritorno alla dracma. Tra i due estremi non si sbilanciano invece gli uomini di Morgan Stanley, possibilisti ma cauti, che azzardano un 35% di possibilità, certi tuttavia che la cosa, se dovesse accadere, accadrà a breve (tempo stimato di 12-18 mesi!).

Share.

Commenta qui