Quali dati incidono sul premio di polizza RC Auto

0

Il premio di una polizza RCA dipende da numerosi fattori relativi al proprietario del veicolo, al veicolo stesso e alla situazione assicurativa, non è quindi possibile stabilire quale sarà il premio di una assicurazione RC Auto senza essere prima a conoscenza di tutti questi fattori, che risultano fondamentali per potere procedere alla stipula di un contratto.

dati polizza rc auto

I dati del veicolo

I dati del veicolo sono dati oggettivi molto importanti, essi vengono riportati sul libretto di circolazione.

Gli unici dati non riportati sulla carta di circolazione ma altrettanto importanti per la determinazione del premio di polizza sono l’allestimento del veicolo, la presenza o meno di un antifurto e il tipo di ricovero notturno sono, relativamente alla garanzia Furto e Incendio (non incidono invece sulla parte di premio R.c.).

Ecco i dati del veicolo da cui dipende il premio dell’assicurazione RCA:

  • Data di immatricolazione
  • Alimentazione del veicolo
  • Anno di acquisto
  • Modello del veicolo (cilindrata, cavalli e kw)
  • Allestimento del veicolo, incide sul premio della garanzia furto e incendio
  • Antifurto e ricovero notturno, incide sul premio della garanzia furto e incendio

Un veicolo nuovo è tariffato con un premio più conveniente, poiché lo si ritiene più sicuro di un mezzo datato, mentre per il furto e incendio ovviamente ha una tariffa migliore un’auto custodita di notte in garage e dotata di antifurto rispetto ad una senza parcheggiata abitualmente in strada.

I dati del proprietario

La tariffa di una polizza RC Auto è calcolata sui dati del proprietario del veicolo (assicurato) risultanti dal libretto di circolazione.

I dati del proprietario presi come riferimento dalla compagnia sono:

  • Persona fisica o giuridica o società: nel caso di persona fisica è influente anche conoscere il sesso dell’assicurato
  • Residenza: incidono sul premio la provincia, ma solitamente anche il comune nel quale si risiede
  • Data di nascita
  • Anni di patente: alcune compagnie utilizzano come parametro di tariffa gli anni di anzianità della patente di guida che incidono maggiormente sul premio nel caso di guidatori giovani

Molte compagnie tengono in considerazione anche la composizione del nucleo familiare, poiché considerano più rischioso un assicurato che vive in una famiglia in cui sono presenti giovani guidatori.

Situazione assicurativa

Impostati correttamente i dati del proprietario e del veicolo, il premio RCA dipende dalla situazione assicurativa del proprietario, risultante dall’attestato di rischio se presente. Ovviamente se si trattasse di una prima assicurazione per un veicolo senza applicazione della Legge Bersani (ossia in CU 14 d’ingresso) non ci sarebbe alcuna storia assicurativa da presentare alla compagnia per stipulare il contratto RC Auto.

Questi sono i dati fondamentali della situazione assicurativa precedente per il calcolo del premio RCA:

  • Classe CU: una classe di merito più bassa (ossia più vicina alla 1 possibile) è premiata da prezzi più contenuti
  • Anni assicurati sull’attestato di rischio: più annulità risultano assicurate negli ultimi 5 anni meglio è per l’assicurato, che può dimostrare una storia assicurativa precedente.
  • Numero sinistri e tipologia: un’assicurato sinistroso pagherà un premio più elevato, ma anche la tipologia dei sinistri è importante (es. con responsabilità principale, senza responsabilità principale, con responsabilità paritaria)
  • Provenienza agevolazione legge Bersani o meno: a parità di classe CU una polizza tariffata su un proprietario che ha usufruito della Legge Bersani pagherà di più rispetto ad un’altra tariffata secondo una CU guadagnata con anni di assenza sinistri.
Share.

Commenta qui