Farsi dare mandato assicurativo è davvero difficile?

0

Il mondo delle assicurazioni è in continua evoluzione, e a dispetto della scarsa concorrenzialità del settore sono molti gli agenti e i broker che in questo periodo si muovono alla ricerca di un mandato assicurativo da aggiungere al proprio carnet di offerte, in modo da far conseguire un risparmio al cliente (o quantomeno limitare gli aumenti) e facilitare l’acquisizione di portafoglio nuovo. C’è però da registrare un dato:farsi dare mandato sembra più difficile di un tempo, e paradossalmente l’era delplurimandato sembra presentare tempi duri davanti a chi sogna di trovare sempre la polizza con il migliore rapporto qualità prezzo per i clienti.


Firma contratto

Mandato diretto e collaborazione con agenzia

Quando parliamo di farsi dare un mandato stiamo parlando di collaborazioni dirette, con la sede centrale o con la gerenza di una compagnia assicurativa. Molto più semplice è stringere invece accordi tra broker e agenti, appoggiando le proprie polizze ad una sede -magari vicina al proprio ufficio- che emette per conto del professionista le polizze, trattenendo per contro una percentuale di provvigioni. va da sè che questa soluzione, se da un lato potrebbe essere preferibile perché più facilmente praticabile, dall’altro ci espone ad una serie di inconvenienti, primo tra tutti quello di non guadagnare una provvigione soddisfacente (questo dipende largamente da quanto tratterrà l’agente, ma di fatto si è nelle mani di chi ci concede l’accordo) dall’altro quello di allungare i tempi di preventivazione ed emissione, che dovranno necessariamente seguire un passaggio in più rispetto ad una collaborazione diretta … ci si trova in un certo senso nella posizione dei subagenti assicurativi, con lo svantaggio di non potere contare su un portafoglio già fatto a nostra disposizione.

Chi è più disposto a conferire un mandato assicurativo?

Volendo farsi conferire un mandato assicurativo diretto, su chi sarebbe meglio puntare? in linea di massima il consiglio è rivolgersi a compagnie di piccole e medie dimensioni, meglio se non presenti sul territorio su cui andremo a operare (ben difficile sarà accordarsi con Generali, Ina Assitalia o Fondiaria Sai, a maggior ragione se vicino a voi c’è già un’agenzia monomandataria del marchio in questione) … molto spesso la mossa vincente è cercare compagnie in espansione e offrirsi di distribuire i loro prodotti su un territorio ancora “inesplorato” da essi.

Controllate la validità delle tariffe sul vostro territorio

Se parliamo di farsi dare mandato RC Auto sarà fondamentale controllare la validità delle tariffe di ogni singolo marchio sul vostro territorio e, a seconda del target di clientela che vi sarete prefissati, scegliere di conseguenza: esistono compagnie che praticano ottimi prezzi per quanto riguarda le vetture di grossa cilindrata con garanzie aggiuntive come furto/incendio o kasko, ma magari non sono competitive al momento di assicurare una Fiat Panda, viceversa altre … qualcuna pratica tariffe apprezzabili per chi ha l’attestato completo e privo di sinistri in classe 1, ma vede di cattivo occhio le classi acquisite con la Bersani … potremmo andare avanti all’infinito ma siamo certi che avete compreso perfettamente!

Diverso il discorso per i mandati sulle assicurazioni danni: in questo caso il prezzo non sempre è la variabile fondamentale, ma in alcuni casi le garanzie possono fare la differenza (pensiamo ad un’azienda che deve assicurarsi, probabilmente preferirà spendere un po’di più ma non avere il problema di dovere verificare ogni volta se il danno subito rientra o meno tra quelli risarcibili) … in questo caso forse leggersi le note informative prima ancora che il tariffario potrebbe essere il migliore dei consigli.

In definitiva possiamo dire che farsi dare mandato assicurativo diretto non sempre è semplice, ma sapendo come muoversi sicuramente si ottengono più facilmente collaborazioni piuttosto che “andando alla cieca”, e questo vale sia per gli agenti che i broker, specialmente quelli che hanno iniziato da poco e non possono contare su un portafoglio di grosse dimensioni (che, come sappiamo, spesso rimane il migliore biglietto da visita verso qualsiasi compagnia!).

Share.

Commenta qui