Esame RUI 2013: cosa ci aspettiamo?

0

L’esame Isvap per l’iscrizione al RUI del 2013 (relativo all’anno 2012) viene già preparato da centinaia (migliaia?) di persone desiderose di ottenere l’abilitazione per potere intraprendere la carriera di agente assicurativo o broker: sappiamo già che non si tratta di una prova semplice, poiché le edizioni degli ultimi anni ce lo hanno insegnato, vediamo tuttavia cosa dovremo aspettarci e come fare per prepararlo al meglio.


Firma contratto

La prova Isvap sarà difficile?

Impossibile prevedere con certezza il grado di difficoltà dell’esame Isvap 2013, anche se le passate edizioni ci hanno fatto notare un progressivo inasprimento della selezione durante gli scritti, e una situazione sostanzialmente stabile durante gli orali. La percentuale di passati allo scritto è sempre bassa, mentre quella agli orali è notevolmente superiore, poiché effettuata la grande scrematura nella prima prova evidentemente chi si presenta davanti alla commissione per lo scoglio finale è effettivamente preparato in maniera mediamente soddisfacente. Il fatto che -almeno in apparenza- l’ultimo esame sia stato il più difficile di tutti non ci induce all’ottimismo per l’edizione 2013, anche perché il numero degli iscritti è sempre in aumento (chi non passa un anno spesso riprova a oltranza aspettando il momento giusto) e questo lascia sospettare che si stia cercando di chiudere il più possibile il rubinetto dei nuovi agenti e broker per cercare di adeguarne il più possibile il numero alle reali esigenze del mercato (inutile crearne 2.000 all’anno se si sa già che sono poche decine quelli che avranno la possibilità di esercitare con profitto!). Insomma, non c’è motivo di credere che questa edizione sarà facile … nel dubbio è meglio iniziare a studiare fin da ora.

Come preparare l’esame Isvap 2013

I due modi più semplici per preparare l’esame Isvap 2013 sono:

  • seguendo uno dei tanti corsi organizzati (anche per via telematica, se avete problemi di orari e spostamenti)
  • da autodidatta

se nel primo caos non ci sentiamo di consigliarvi un prodotto piuttosto che un altro non avendoli testati personalmente, nel secondo casi ci permettiamo, come l’anno scorso, di consigliarvi il testo “Intermediario Assicurativo e Riassicurativo” di Salvatore Infantino, Edizioni Simone (quella del 2012 è la IV edizione) … un testo prezioso perché, oltre a riassumere in maniera chiara quelli che sono normalmente gli argomenti d’esame, offre test di autovalutazione alla fine di ogni capitolo paragonabili alle domande che si trovano effettivamente alla prova scritta.

Il consiglio è quello di non trascurare nessun argomento, nemmeno quelli apparentemente più slegati dal mondo della professione di agente (pensiamo ad esempio alla teoria riguardo alla nascita e alla gestione delle imprese assicurative, o ad argomenti spesso considerati secondari come potrebbero essere le polizze trasporti) … concentrare i propri studi sull’RC Auto o il diritto storicamente non paga, poiché le domande sono assai varie,  e per ogni domanda sbagliata c’è una diminuzione nel punteggio globale.

Difficile, se non impossibile, capire insomma quali saranno gli argomenti principali … il nostro consiglio non può che essere “studiate tutto!” … certamente il fatto che in questo ultimo anno alcuni cambiamenti nel mondo assicurativo ci siano stati, anche grazie alle riforme volute dal governo tecnico di mario Monti ed inserite nel decreto “cresci Italia” potrebbero essere domande ideali per testare l’aggiornamento degli studi dei concorrenti, specialmente di quelli che si preparano già da diversi anni.

Share.

Commenta qui