Abolizione colpo di frusta: facciamo chiarezza

0

Negli ultimi mesi si è fatto un gran parlare dell’abolizione del colpo di frusta dall’elenco dei danni risarcibili dalle assicurazioni RC Auto. Sebbene la notizia abbia un fondo di verità bisogna essere chiari e raccontare la verità … noi di Assicuri Blog lo avevamo già fatto, tra le righe, quando avevamo anticipato il provvedimento, ma adesso vale la pena spiegare davvero cosa succede agli automobilisti vittima di questo genere di infortunio e -comprensibilmente- desiderosi di sapere se prenderanno o meno dei soldi come indennizzo.

abolizione colpo frusta

Il colpo di frusta è stato abolito davvero?

La notizia relativa all’abolizione del colpo di frusta è vera solamente in parte: ciò che è stato abolito è stato il danno lieve conseguente alla distorsione del rachide cervicale … quelle che possono essere le conseguenze gravi (nei casi peggiori anche l’invalidità permanente) continuano ad essere regolarmente coperte dall’assicurazione; perché si è arrivati a questa decisione? fondamentalmente per ridurre il numero delle truffe assicurative, evitando di pagare il risarcimento per un danno che non è constatabile neppure attraverso accertamenti clinici e strumentali (esattamente come il mal di testa!) … discorso diverso nel caso il trauma da accelerazione o decelerazione andassero a lesionare i tessuti molli, le vertebre o i dischi intervertebrali in maniera constatabile l’indennizzo avrebbe regolarmente luogo.

Whiplash injury: tanti modi di chiamarlo

Parte della confusione che è stata fatta (in alcuni casi persino dai medici legali) riguardo all’abolizione del colpo di frusta è dovuto anche al fatto che questa locuzione è generica, derivante dal termine anglosassonewhiplash injury va ad indicare qualsiasi lesione da contraccolpo (iperestensione o iperflessione che sia) a seguito di un tamponamento o di un qualsiasi urto stradale, ricomprendendo oltre ai casi più seri anche quelli che hanno come conseguenze semplice debolezza muscolare o senso di vertigine … un po’poco obiettivamente per rendere un danno constatabile e risarcibile.

Medici legali in allarme per la novità

I medici legali si sono in parte scagliati contro questa presunta abolizione del colpo di frusta dai anni indennizzabili, questo per due motivi principali:

  • il fatto che i costi degli accertamenti medici -a questo punto indispensabili- graverebbero sulla spesa pubblica (come dire che li pagheremo tutti) … si può trattare anche di esami piuttosto costosi, come Tac e risonanze, ecodoppler, esami elettronistagmografici ed elettromiografici ecc.
  • il fatto che i danneggiati meno abbienti saranno coloro i quali desisteranno dal procedere con accertamenti ulteriori quando posti a proprio carico

come dire, l’intenzione che ha portato all’abolizione del colpo di frusta è stata sicuramente buona, ma lo saranno anche gli effetti? per ora è troppo presto per dirlo con certezza, ma confidiamo che il 2013 riuscirà a darci finalmente una risposta; quello che sentiamo di dire fin da ora è che probabilmente il governo Monti ha voluto dare una serie di segnali forti a chi continua a perpetrare le truffe alle assicurazioni, non solo per avere un guadagno immediato, quanto piuttosto per scardinare una mentalità purtroppo radicata in Italia (per fortuna solo in alcuni italiani!).

Share.

Commenta qui