Carige Assicurazioni rischia davvero la liquidazione?

0

Negli ultimi giorni si sono susseguite molte notizie a seguito delle ispezioni Isvap presso Carige Assicurazioni, importante compagnia genovese che si occupa di ramo danni (RC Auto compresa). Si è arrivato in alcuni casi a paventare un fallimento -che come ben sanno gli addetti ai lavori è impossibile in ambito assicurativo, poiché l’ultimo passo della compagnia sarebbe eventualmente la liquidazione coatta amministrativa- ma abbiamo voluto analizzare la situazione, per fornirvi un quadro più chiaro della vicenda.

 

Carige Assicurazioni a rischio commissariamento?

I fatti sono i seguenti: l’Isvap, a seguito di un’ispezione volta ad accertare lasituazione patrimoniale di Carige Assicurazioni, ha riscontrato numerose anomalie, che coinvolgono l’accantonamento delle riserve sinistri e l’adeguatezza dei controlli interni alla compagnia. Nel verbale redatto dall’organo di vigilanza emerge una chiara richiesta a ricapitalizzare la società, onde evitare -in caso di inadempienze- il commissariamento della stessa (non il fallimento e nemmeno la liquidazione coatta amministrativa) … al di là del fatto che è vero che il commissariamento potrebbe essere l’anticamera di una liquidazione bisogna anche ascoltare cosa ha da dire la controparte.

Carige contesta il verbale Isvap, ma ricapitalizza

Carige Assicurazioni ha eccepito riguardo al verbale Isvap che è stato redatto senza tenere conto che esistono diversi metodi per calcolare queste riserve, mentre l’organo di vigilanza ha tenuto conto solo di uno di essi, in ogni caso ha comunicato di avere già iniziato l’opera di ricapitalizzazione (non sappiamo tuttavia entro quando sarà soddisfatta l’intera richiesta dell’Istituto, pari a 138 milioni di euro.

Il rischio commissariamento sembra insomma scongiurato, almeno sulla carta, mentre andrebbe approfondito l’effetto che avrà sull’azienda questa ingente immissione di capitali … nel frattempo il titolo in Borsa non sembra risentire eccessivamente di questi rumors.

Le assicurazioni convengono ancora a Carige?

A questo punto bisognerebbe tuttavia domandarsi se le polizze danni sono ancora da considerarsi un’attività redditizia per il gruppo Carige … il ramo danni sta sottraendo risorse al gruppo già da diversi anni, e a nulla sembra essere servito l’avvicendarsi di diversi personaggi alla sua guida (da Ferdinando Menconi, a Roberto Fumagalli, fino al neoacquisto Roberto Laganà, proveniente dall’esperienza in Groupama. Se un domani un altro controllo Isvap avesse qualcosa da eccepire (non è la prima volta che ciò accade) cosa potrebbe accadere a Carige Assicurazioni? davvero conviene mantenere un ramo in perdita in una società sana? tutti interrogativi ai quali sarà il tempo a dare risposta, magari già nel 2013.

Share.

Commenta qui