Unipol e Fondiaria Sai, Ivass decide fusione nel 2013

0

Unipol, Fondiaria Sai, Milano Assicurazioni e Premafin: se tutto va bene l’obiettivo è di consorziarle entro il 2013, ovviamente ottenendo il benestare dell’Ivass (l’organo di vigilanza che ha sostituito la vecchia Isvap).

Il vice-amministratore delegato di Unipol Gianluca Santi non nasconde di avere già presentato un piano dettagliato agli investitori, vediamoquali sono le aspettative.

Cimbri Carlo

La priorità è restituire un’immagine a Fondiaria Sai

Nei piani di Carlo Cimbri (in foto) amministratore delegato di Unipol, c’è innanzitutto la proprità a restituire un’immagine al marchio un tempo glorioso di Fondiaria Sai, rovinato dalla gestione della famiglia Ligresti.

Se da un lato c’è più poco da farew per arginare la fuga dal marchio da parte degli investitori stranieri (l’unico rimasto, stando alle dichiarazioni della Consob, è Invesco con un esiguo 2%), dall’altro ora che i Ligresti sono sotto processo e la gestione sta per cambiare ci sono tutti i margini per migliorare la situazione e potersi riaffidare ai capitali esteri per pilotare al meglio l’operazione “nuova Unipol“.

L’Ivass dovrebbe pronunciarsi entro 120 giorni

Non dovrebbero passare più di 4 mesi per conoscere il parere dell’Ivass sulla fusione tra Unipol e Fondiaria Sai, parere che in realtà non è così scontato come danno a intendere molti quotidiani: certamente Carlo Cimbri e colleghi hanno lavorato duro in questi mesi per porsi al riparo da critiche e obiezioni, ma ricordiamo che Giancarlo Giannini, in qualità di presidente dell’Isvap, espresse più di una perplessità su questione tecniche che Unipol dovrà dimostrare di avere risolto.

Che fine faranno Liguria e Sasa?

Le aziende interessate ad acquisire gli asset della prestigiosa assicurazione sono svariate, tra cui il gigante francese Axa, Zurich, Allianz e Liberty International … tra gli asset da dismettere spiccano tra i più prestigiosi Liguria Assicurazioni e Sasa, aziende assorbite a proprio tempo da Fandiaria Sai e che ora si vorrebbe “salvare”, con la loro storia ed il loro know how.

Siamo certi che in questi 120 giorni in cui Ivass sarà chiamata a pronunciarsi ci saranno altre interessanti anticipazioni dai vertici di Unipolcirca l’acquisizione di Fondiaria Sai, nel frattempo come sempre noi di Assicuri.com ci impegnamo a tenervi informati su tutte news che andranno ad interessare questo storico processo di fusione.

Share.

Commenta qui