Aumenti 2013: figurano anche le assicurazioni

0

Le assicurazioni RC Auto stanno calando, o forse sono stabili, o stanno aumentando?

mentre negli ultimi anni la tendenza è stata inequivocabilmente al rialzo, nel 2013 ogni istituto dà una visione differente dell’andamento tariffario del settore RC Auto: è la volta di Federconsumatori Adusbef, che attraverso un’indagine volta genericamente a rilevare gli aumenti che ci aspettano quest’anno inserisce anche le polizze auto tra gli articoli destinati ad aumentare di prezzo.

Aumenti anche per autostrade e multe

A deprimere ulteriormente l’utilizzo dell’autovettura in Italia (e di conseguenza anche le vendite, che rischiano di toccare minimi storici) arriveranno anche i rincari sui pedaggi autostradali e sulle multe: i primi sono stimati nel 2,91% in più, i secondi riguardano infrazioni al codice tra le più comuni, dal divieto di sota (che passa da 39 € a 41 €), all’utilizzo del cellulare mentre si guida (da 152 € a 161 €), all’eccesso di velocità (tra 10 km/h e 40 km/h la sanzione passerà da 159 € a 168 €), fino al farsi sorprendere senza cinture di sicurezza (da 76 € a 80 €).

aumenti 2013

Per le assicurazioni previsto +5%

A dispetto di altre indagini quella di Federconsumatori Adusbef prevede una nuova impennata dei prezzi delle assicurazioni RC Auto, stimata in un +5%, che ponderato sulla media nazionale dovrebbe tradursi in 61 € in più circa per autovettura (ovviamente per le province con tariffe convenienti saranno di meno, per quelle più care saranno di più … come dire che se si verificasse realmente la situazione pronosticata a Napoli gli aumenti potrebbero superare i 100 €!).

Nel 2013 fino a 1.500 € di spese in più a famiglia

Gli aumenti interesseranno anche

  • tassa sui rifiuti
  • canone Rai
  • bolletta del gas
  • francobolli
  • bollo titoli
  • conto corrente aziende
  • tariffe aeroportuali

la stima di Federconsumatori Adusbef è di circa 1.398 € in più per una famiglia di 3 persone, di 1.540 € per una di quattro persone. Sono numeri che fanno riflettere … inutile dire che se nel 2013 davvero le cifre in aumento prospettate fossero queste avremo molte più famiglie sotto la soglia di povertà.

Share.

Commenta qui