Si alzano i prezzi RC Auto per le donne e nel meridione

0

L’Ivass ha reso noti i dati sull’indagine dei prezzi RC Auto riferiti a ottobre dello scorso anno: il quadro che ne è emerso, come prevedibile, non è dei più confortanti, e la nota più interessante è che effettivamente le donne stanno vedendo (loro malgrado) applicata quella parità di trattamento con gli uomini richiesta dall’Unione Europea, andiamo a vedere alcuni risultati nel dettaglio.

Riforma assicurazioni

Sullo scooter uomo e donna pagano quasi uguale

L’indagine Ivass rivela che le province in cui iprezzi dell’assicurazione scooter sono aumentati maggiormente sono rispettivamente:

  • Campobasso (+12%)
  • Palermo (+11,4%)
  • Bari (+10,5%)
  • Napoli (+10,4%)

l’aumento della provincia di Napoli in particolare ha dell’incredibile, visto che pensavamo le tariffe stessero già sfiorando il massimo sostenibile, evidentemente eravamo eccessivamente ottimisti.

Al di là di questa nota riguardante la territorialità, notiamo che pur non raggiungendo una perfetta parità i prezzi applicati alle donne sono alti quasi quanto quelli degli uomini, confermando il rialzo che sarebbe stato inevitabile dopo la sentenza dell’Unione Europea sulla parità di trattamento tra i sessi.

L’RC Auto aumenta, e Napoli è sempre più cara

Chi pensava che il Sud Italia, dopo tanti anni di aumenti vertiginosi, sarebbe stato risparmiato almeno nell’ultimo anno è rimasto deluso. Nonostante i molti provvedimenti discussi dal governo Monti i progressi (ammesso che ci saranno) li vedremo tutti nel 2013: l’aumento medio è stato del 4,5% su scala nazionale per la fascia meno rischiosa di automobilista (il quarantenne in classe 1 che guida auto di piccola cilindrata), ma a Napoli lo stesso identico guidatore ha subito un rincaro medio del 10% … certamente questo problema verrebbe risolto dall’introduzione dela tariffa unica, proposta durante la parentesi tecnica di Mario Monti ma bocciata dai parlamentari; il discorso verrà ripreso a quanto pare in caso di vittoria alla elezioni politiche 2013 da parte di Pierluigi Bersani, che ha già promesso di tirare fuori dal cantiere delle proposte la parità di trattamento per gli automobilisti virtuosi di tutta la nazione … nella speranza che anche il nuovo Parlamento non si opponga al provvedimento.

Anche per l’RC Auto la parità tra i sessi è quasi raggiunta

Così come per gli scooter emerge che la parità tra i sessi è quasi raggiunta anche per le autovetture: se escludiamo i neopatentati diciottenni, in cui si rileva ancora una discrepanza, per le altre fasce di età la tariffa femminile, in attesa di essere del tutto eliminata, è stata sostanzialmente equiparata a quella maschile.

Tirando le somme possiamo dire che le assicurazioni auto nell’ultimo anno sono aumentate in tutta Italia, ma nel centro-sud si è risentito più che al nord di questi rincari, mentre è scomparso il “bonus” che le donne avevano in ragione della loro minore pericolosità, poiché esse sono rimaste economicamente vittime della battaglia condotta in loro favore dall’Unione Europea per i diritti civili.

Share.

Commenta qui