Boom di assicurazioni false a Milano

0

Spesso si è portati a pensare che gli automobilisti che circolano con un’assicurazione RC auto non in regola siano concentrati in misura maggiore nel Meridione, dove il caro RCA è molto più pesante che al Nord … la realtà invece è che stanno inizando a vedersi numeri particolarmente preoccupanti anche nelle regioni settentrionali.

Secondo le rilevazioni delle Forze dell’Ordine negli ultimi due anni i veicoli che circolano senza contrassegno obbligatorio sono più che raddoppiati a Milano.

Irregolare 1 automobilista su 5

Secondo le stime delle Forze dell’Ordine il 20% delle auto sottoposte a controllo non sono in regola con l’assicurazione obbligatoria, le segnalazioni di casi simili sono raddoppiate rispetto a un anno fa. Oltre ai casi di semplice dimenticanza, molti conducenti sono consapevolmente sprovvisti di assicurazione RCA, in parte a causa di premi troppo elevati, ma in parte anche per “merito” delle pene più leggere previste dallo scorso anno dal Codice della Strada: una sanzione pecuniaria di 814 € (senza più sequestro del veicolo, precedentemente previsto).

Ovviamente in questa fetta di assicurati non in regola ci sono anche quelli che invece un contrassegno lo mostrano, ma fasullo, acquistato spesso in punti di vendita illegali che mettono in circolazione migliaia di tagliandi contraffatti dietro il pagamento di importi molto convenienti; anche in questo caso bisogna distinguere il fatto che esistano persone particolarmente ingenue che vengono raggirate dal fatto che molti conducenti sono perfettamente consapevoli della falsità della propria assicurazione, ma probabilmente ignorano i grossi rischi che si possono correre, soprattutto in caso di reale incidente.

A Milano quindi negli ultimi mesi i controlli sulle assicurazioni sono diventati molto più serrati, merito anche di nuclei delle Forze dell’Ordine specializzati nello scovare documenti falsi; il fenomeno quindi non interessa solo particolari zone d’Italia ma è diffuso in tutte il territorio nazionale, anche là dove le tariffe RCA sono a livelli accettabili, perlomeno se paragonate ad alcune zone del Sud, sicuramente più penalizzate dalle compagnie assicurative.

Share.

Commenta qui