Un anno all’insegna della comparazione RC Auto

0

Questo anno 2013 ha visto l’entrata in vigore di importanti novità nel settore dell’RC Auto, prima tra tutte l’eliminazione del tacito rinnovo. Proprio l’eliminazione del rinnovo automatico dalle polizze RCA sta favorendo sempre più i passaggi da una compagnia all’altra da parte degli assicurati in cerca di risparmio.

Vediamo cosa sta cambiando nel complesso mondo delle polizze auto, in cui si inizia a intravedere uno spiraglio per quanto riguarda le opportunità di risparmio per chi guida un’auto o una moto e non ha un attestato di rischio particolarmente penalizzante.

Più confronto online

Secondo le statistiche più recenti, dall’inizio dell’anno sono aumentati di molto gli assicurati che utilizzano il web per preventivare la propria assicurazione RC Auto: i comparatori RCA rappresentano oggi una soluzione molto utilizzata per confrontare le sempre più numerose offerte in ambito assicurativo. Proprio per questo negli ultimi mesi si è mosso qualcosa anche in questo settore con l’ingresso nel web del nuovo portale di comparazione Segugio.it che si va ad aggiungere agli altri già presenti da anni su internet e che sembra già avere un buon successo (complice la massiccia campagna pubblicitaria che è stata fatta sui mass media.

Aumentare la concorrenza tra le Imprese

Il sempre maggioro numero di preventivi effettuati ha portato come ovvia conseguenza ad un maggiore numero di assicurati che hanno cambiato compagnia nei primi mesi del 2013; in Italia purtroppo siamo ancora lontani dalle percentuali di utenti che cambiano compagnia ogni anno presenti in altre nazioni europee, ma la strada intrapresa è sicuramente quella giusta, con una maggiore concorrenza tra le imprese ottenuta grazie a normeche -almeno da questo punto di vista- si stanno dimostrando efficaci. Aumentare la concorrenza tra imprese assicuratrici sembra dunque la strada giusta per portare a una riduzione dei prezzi RC Auto, non resta che stare a vedere quanto le compagnie assicurative vedranno di buon occhio questi continui passaggi da un’impresa assicuratrice all’altra.

Share.

Commenta qui