Carige lascia il ramo assicurazioni

0

La crisi economica e finanziaria che sta affliggendo l’Unione Europea non è destinata a terminare con il 2013, questo sembra ormai un dato assodato, ed è così che anche colossi bancari del calibro di Carige si trovano costretti a prendere precauzioni nonostante la loro situazione sia ancora sopportabile, per evitare iniezioni di capitali sempre più ingenti per coprire rami in perdita: sembra questo il senso che sottostà alla decisione divendere il ramo assicurazioni, maturata in questi ultimi tempi. Vediamo nel dettaglio cosa è stato comunicato dalla banca genovese.

Ennio La Monica: compagnie risanate e pronte ad essere vendute

Il direttore generale Ennio La Monica spiega come si sia proceduto ad un risanamento di Carige Assicurazioni (ramo danni) e Carige Vita Nuova (ramo vita) al fine di renderle appetibili agli acquirenti, onde evitare nuove perdite che potrebbero andare ad intaccare una situazione che attualmente è di utile (banca Carige ha segnato infatti un utile netto di 185,7 milioni di euro, un ragguardevole +17% rispetto all’ultimo esercizio).

La linea della prudenza è confermata anche dalle decisioni di ridurrei bonus ai top manager e non distribuire i dividendi conseguiti.

Cogliere la ripresa quando si materializzerà

Come accennato sopra, il fatto che Carige venda le sue assicurazioni non deve essere scambiato per un presagio di fallimento, anzi la banca è entrata ormai di diritto nei gruppi bancari top europei (quelli con asset superiori ai 30 miliardi di euro) … semplicemente tagliare rami non core e concentrarsi su quanto sta andando bene dovrebbe -secondo le analisi di Berneschi e La Monica- aiutare la banca genovese a cogliere al meglio la ripresa quando essa si materializzerà … un segnale di ottimismo insomma, che dà per scontato che i mercati prima o poi torneranno ai valori pre-crisi o quantomeno si rimetteranno in moto a tutti gli effetti.

Portafoglio Carige Assicurazioni trasferito?

Rimane a questo punto da chiedersi quale sarà il futuro del portafoglio clienti di Carige Assicurazioni e dei dipendenti dell’azienda: sebbene sia ancora un po’presto per fare previsioni fondate la situazione non è al momento allarmistica, poiché il gruppo bancario ha tutto il tempo per trovare un acquirente serio che sappia offrire un piano non penalizzante per clienti e dipendenti delle due compagnie assicurative. Gli accantonamenti e le previsioni di vendita dovrebbero scongiurare il rischio di uncommissariamento Carige che si era palesato alcuni mesi fa (e del quale vi avevamo parlato nell’articolo raggiungibile al link), ai tanti clienti sia nell’RC Auto che nel ramo danni in genere, e a chi ha investito in Carige Vita Nuova diciamo di non fasciarsi la testa prima del tempo. Come sempre ci ripromettiamo di tenervi informati sull’evoluzione che questa situazione sicuramente avrà nei prossimi mesi, nella speranza che sia un processo lineare e privo di insiedie.

Share.

Commenta qui