Cosa sono i mandati assicurativi?

0

Chi si avvicina per la prima volta al mestiere di assicuratore deve innanzitutto pensare bene a cosa sono i mandati assicurativi, scegliere quelli che ritiene più opportuni da richiedere e, possibilmente, riuscire a farseli dare. Cerchiamo di dare una breve spiegazione sul funzionamento di questo meccanismo che sta alla base dell’attività di agente o broker.


Firma contratto

Cos’è un mandato assicurativo?

Premesso che ci occuperemo del mandato che le compagnie danno all’intermediario, e non di quello che i broker fanno firmare al cliente, possiamo dire che in pratica stiamo parlando della lettera di accordo con la quale un’impresa assicurativa e un intermediario si impegnano a collaborare. Un agente per collaborare con vari marchi ha bisogno appunto di ottenere mandati agenziali, che gli permettono di proporre i prodotti di un dato brand ai clienti … non pensiamo che questo passaggio sia automatico! spesso finché non si lavora in questo settore si è portati a pensare che le compagnie siano aziende interessate ad assumere più rischi possibili, e non si calcola invece che

  • esistono aree in Italia in cui determinati rischi vengono coperti mal volentieri (stiamo parlando ovviamente di contratti facoltativi, per quelli obbligatori ci sarebbe da aprire un altro capitolo relativo all’obbligo a contrarre)
  • esistono zone già ampiamente coperte da intermediari presenti sul posto da anni, e anche in questo caso sorgono problemi quando si rilasciano troppi mandati in un’area ristretta

quindi, se da un lato espandere la rete distributiva costa relativamente poco, non sempre questo avviene. Quindi? quali sono i mandati da cercare per un assicuratore alle prime armi?

Prediligere compagnie piccole ma competitive

La via più semplice da prendere è effettuare uno studio per capire quali siano tra le compagnie piccole le più competitive nella nostra zona, e da lì cercare di stringere collaborazioni nel rispetto della concorrenza e valutando attentamente se gli obiettivi imposti dall’azienda ci permetteranno di lavorare senza andare sotto pressione e dovere produrre contratti ad ogni costo.

Difficile, viceversa, concentrarsi su grossi mandati per un agente che non ha ancora portafoglio, sia perché le compagnie più avviate chiedono spesso un  certo numero di clienti già il primo anno, sia perché esse operano spesso in regime di monomandato (pensiamo ad esempio a Generali, Ina Assitalia o Alleanza) e quindi non calcolano normalmente le richieste dei plurimandatari.

Share.

Commenta qui