Bonus protetto: conviene veramente?

2

Nel variegato mondo delle garanzie aggiuntive sull’assicurazione RC Auto ce n’è una che piace particolarmente agli italiani: stiamo parlando del bonus protetto, ovvero quella clausola utile a prevenire l’aumento della polizza a seguito di un sinistro con torto. Vediamo come agisce questa tipologia di “salvapolizza”, e se veramente vale la conviene usufruirne.

bonus protetto

Il bonus protetto mantiene solo la classe interna

Innanzitutto per verificare se il bonus protetto conviene o meno dobbiamo sgombrare il campo dagli equivoci: questa garanzia mantiene semplicemente la classe interna, ma non può evitare la salita di 2 classi CU, che poi come ricordiamo sempre sono le uniche che contano veramente ai fini della comparazione assicurativa e della ricerca del prezzo più economico.

Cos’è dunque nella pratica il bonus protetto? semplicemente un modo per risparmiare sulla polizza già in corso, ma non nel caso dovessimo un giorno cambiare compagnia, il che toglie oggettivamente gran parte dell’appeal a questa garanzia, che ha un nome a dire poco ingannevole visto che non va in alcun modo a influire sul meccanismo b/m.

Il bonus protetto si paga

Quando decidiamo se conviene il bonus protetto o è meglio non inserirlo nella propria RC Auto dobbiamo anche tenere conto del prezzo che andiamo a pagare per avere questa garanzia. Facciamo un esempio pratico per comprendere meglio la situazione: se io ogni anno per assicurarmi questo salvabonus pago 30 €, e dopo 5 anni faccio un incidente, ai soldi risparmiati con questo sistema dovrò spendere i 150 € comunque già versati in anticipo alla compagnia. Inutile dire che una volta deciso di contrarre una polizza con questa “aggiunta” più anni passiamo senza fare incidenti più avremo pagato inutilmente, il che non è sbagliato, dal punto di vista assicurativo, se non fosse che potremmo poi scoprire che …

Spesso conviene cambiare assicurazione

… anche dopo avere contratto l’RCA col bonus protetto conviene poi cambiare compagnia. Non si tratta di una certezza

Share.

2 commenti

  1. Vincenzo Serio on

    Salve, 1 classe CU da oltre 10 anni ed assicurato con “ConTe” da due ho mantenuto con la nuova Compagnia il bunus protetto che mi portavo dietro dalla Compagnia precedente; durante il secondo anno ho, purtroppo, un sinistro, anche se di poca entità, con responsabilià principale ed al momento di rinnovare la polizza un sacco di problemi con i vari interlocutori telefonici della compagnia riguardo il bonus protetto non “mantenuto”. In altre parole, che dico, cifre, ho pagato per il rinnovo il 50% in più rispetto alla polizza dell’anno precedente e se non avessi avuto il bonus protetto avrei pagato molto più mi è stato risposto al telefono, prima di concludere il rinnovo.. La domanda: questo bonus protetto esiste davvero o è “solo” un modo per fare cassa?
    Un cordiale saluto.
    Vincenzo.

    • assicuri.com on

      Esiste, in teoria preserva dall’aumento per il sinistro ma non da eventuali aumenti di tariffa, certo un aumento del 50% con bonus protetto è abbastanza raro e sospetto, potrebbe trattarsi di un disguido tecnico.

Commenta qui