Pact: Generali lancia la app per controllare la salute

0

Si chiama Health Pact la app con cui ha stretto un accordo Generali Assicurazioni per controllare la salute e concedere eventualmente sconti a chi volesse stipulare una assicurazione sanitaria. Vediamo di scoprire qualcosa di più su questa applicazione, la cui idea è stata importata dagli Stati Uniti d’America e che è già sbarcata sugli store virtuali in Europa.

Come funziona la app Pact

Il funzionamento della app Pact è piuttosto semplice: viene stipulato settimanalmente un patto tra noi e il programma, in cui ci impegniamo ad esempio a svolgere regolarmente un esercizio fisico o a mangiare meglio, dopodiché possiamo controllare il nostro grado di progresso per vedere se siamo o meno vicini a raggiungere l’obiettivo, che nel caso venisse centrato ci dà diritto a una ricompensa. Negli Stati Uniti applicazioni simili consentono un risparmio anche notevole sulle polizze sanitarie, da lì l’idea di Generali di fare qualcosa del genere anche in Europa: al momento il gruppo di Mogliano Veneto è partito dalla Germania, ma c’è da scommettere che prima o poi questa iniziativa approderà anche in Italia. Per la cronaca Pact al momento è utilizzata in prevalenza nei Paesi anglosassoni, gli utilizzatori più affezionati sono gli americani, con oltre 3 milioni e mezzo di attività completate complessivamente, seguono gli inglesi e i canadesi.

generali pact

Problemi di privacy

Se da un lato l’ad di Generali Mario Greco si è detto soddisfatto di questa joint venture con la app Pact, dicendo che uno stile di vita sano abbasserà le tariffe delle assicurazioni sanitarie del proprio parco clienti; dal lato opposto in Germania le associazioni a difesa dei consumatori stanno già protestando perché se da un lato è vero che potrebbero esserci occasioni di risparmio, dall’altro i cittadini rischiano di vedere lesa la propria privacy, con il rischio che una compagnia assicurativa, nel caso venisse a conoscere lo stato di salute del cliente o anche solo semplicemente le proprie abitudini alimentari e di vita, potrebbe rifiutarsi di assumere il rischio oppure assumerlo a condizioni svantaggiose. Insomma, il progetto di Mario Greco di ridisegnare e modernizzare Generali sta andando avanti, secondo alcuni non è questa la direzione da perseguire, ma solo il tempo ci darà risposte concrete e definitive.

Share.

Commenta qui