Negoziatore assicurazioni RC Auto: la novità del 2015

0

l nuovo anno sembra portare novità nell’ambito delle assicurazioni RC Auto: tra le riforme volute dal governo Renzi spicca l’introduzione della figura del negoziatore RC Auto, che dovrebbe snellire la burocrazia relativa ai sinistri, con conseguenti vantaggi sia per le compagnie che per i clienti, cerchiamo di capire quale sarà il ruolo di questa figura e cosa avremo da guadagnarne.

Mediatore tra compagnia e cliente

Fondamentalmente la figura del negoziatore è quella di un professionista che svolge un ruolo di intermediazione tra la compagnia assicuratrice e il cliente danneggiato, in caso di controversie o mancato accordo sul risarcimento egli ha il compito di cercare un accordo evitando il passaggio in tribunale, che generalmente allunga i tempi, costa denaro e indiscutibilmente contribuisce ad allungare i tempi della giustizia, già tristemente noti per la loro tendenza a dilatarsi oltre misura.

La finalità di questa pratica, che viene chiamata negoziazione assistita, è dunque risolvere in maniera amichevole i contenziosi quando possibile,  sulla scia del modello francese di risoluzione di questo tipo di dispute.

negoziatore

Casi di negoziazione assistita obbligatoria

A sfavore della negoziazione assistita c’è il carattere di obbligatorietà che assumerà

  • ogni volta che la richiesta di risarcimento sarà sotto i 50.000 €
  • in caso di incidente stradale

come dire che non si potrà passare alle vie giudiziali ordinarie se prima assicurazione e cliente non cercheranno di mettersi d’accordo grazie al negoziatore.

Quanti saranno gli avvocati gratis?

La domanda che ci sono posti in molti è: quanti saranno gli avvocati disposti ad assumersi gratis incarichi di negoziazione assistita, dal momento che questa attività porta a loro impiego di tempo e un carico di responsabilità, ma a questa risposta probabilmente si arriverà solo nei prossimi giorni, quando inizierà ad essere più chiara la meccanica di questo nuovo metodo, dal momento che l’avvocato di norma ha diritto ad essere pagato (dallo Stato in caso di persone non abbienti) indipendentemente dalla tipologia di servizio reso, mentre in questo caso, assumendo le vesti dinegoziatore, si deduce implicitamente che non riceverà un onorario.

Share.

Commenta qui