Direct Line regina del mercato diretto

0

Secondo i dati definitivi del 2013 Direct Line si conferma in vetta alla classifica delle compagnie dirette di assicurazioni con più mercato in Italia. La notizia ricopre un certo interesse tra gli addetti ai lavori poiché, come si sa, già da tempo si teme che le compagnie online e telefoniche possano un giorno scavalcare le tradizionali limitatamente al ramo RC Auto, con tutto ciò che ne consegue in termini di occupazione e portafoglio clienti. Al momento non sembra che la loro ascesa sia irresistibile, ma andiamo a vedere meglio chi sono le leader del settore.

Telefono rosso

Genialloyd insidia Direct Line

Se Direct Line è la prima in assoluto, bisogna dire che Genialloyd la ha praticamente raggiunta (513,3 milioni di € di premi lordi per la prima, 512 mln € per la seconda). Valutando con attenzione il duello balza immediatamente agli occhi un dettaglio importante, ovvero che DL ha perso leggermente quote di mercato (-0,2% di premi incassati), mentre l’ascesa di GL è stata poderosa (ben +21,4% rispetto al 2012!).

Genertel unica vera rivale

Al terzo posto il classifica si piazza l’unica vera rivale di Direct Line e Genial Loyd, ovvero Genertel, la diretta di casa Generali, che con 446,7 milioni di euro di premi lordi incassati fa segnare un ottimo +5,2%; a seguire Linear (marchio di Unipol), con 206,1 milioni di euro e un brutto -6,3%; Zurich Connect, 130 mln € in crescita dell’8,4% rispetto all’anno precedente, mentre Dialogo si piazza al 6° posto con “soli” 22,8 milioni di € di premi lordi, circa 1/20 rispetto alle leader del segmento, e un pessimo -19,5%.

Un mercato ricco di incognite

Alle soglie del 2015, anche alla luce di questi nuovi dati, possiamo dire che nonostante quello che si dice da almeno un decennio il mercato delle RC Auto online non è ancora pronto a fare faville, ma avanza ad alti e bassi … preventivi non sempre convenienti e l’incapacità di risolvere l’atavico problema delle tariffe relative ad alcune province del sud Italia (Napoli e caserta su tutte) fanno sì che il vero e proprio boom ancora non ci sia stato, nonostante marchi come Direct Line siano ormai affermati sul mercato da tempo.

Share.

Commenta qui