Mai più tagliando sul parabrezza dal 1 aprile 2015

0

La notizia che nel mondo delle assicurazioni era attesa da anni è finalmente confermata: dal 1 aprile 2015 non avremo più l’esposizione obbligatoria del contrassegno RC Auto sul parabrezza, ma avverrà il passaggio al tagliando elettronico. Questa disposizione di legge avrà il duplice effetto di risparmiare tempo e denaro evitando la stampa e spedizione del documento e dall’altro di garantire una più semplice verifica della copertura del veicolo da parte delle Forze dell’Ordine.

Tagliando elettronico

Controllo dell’assicurazione attraverso la targa

L’assicurazione RC Auto verrà controllata tramite verifica sulla targa: dal 1 aprile 2015 il riscontro avverrà grazie al collegamento con il database della Motorizzazione Civile, percui sarà più sicura e immediata l’individuazione dei veicoli sprovvisti della copertura di legge: ricordiamo che oltre che attraverso i classici controlli da parte di Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani le verifiche possono ormai avvenire anche grazie alle telecamere poste sulle nostre strade, siano essi autovelox o tutor che posti di guardia dei varchi e delle ZTL cittadine.

Mai più multe per mancata esposizione

Grazie all’adozione della nuova norma (Decreto Ministeriale 110 del 9 agosto 2013) scomparirà anche l’obbligo di esposizione, non si rischieranno quindi più multe per non avere sistemato nei tempi previsti dalla legge il tagliando sul parabrezza. La dematerializzazione dei contrassegni sembra quindi essere un’operazione che -per una volta- porterà solo vantaggi ai consumatori.

Prezzi delle assicurazioni in calo?

Dal momento che questa novità serve principalmente a contrastare le frodi assicurative sarebbe legittimo aspettarsi anche un calo dei prezzi medi delle assicurazioni RC Auto nel giro di un anno o due, anche se ovviamente a questo proposito non è giunta alcun tipo di garanzia scritta. Nella speranza che effettivamente ci sia la tanto sospirata riduzione dei prezzi non ci resta che attendere aprile 2015, Assicuri Blog come al solito si impegna a tenervi informati su questa importante novità del settore.

Share.

Commenta qui