Assicurazione Auto e Cambio Residenza: come comportarsi

0

Cambiare casa e residenza ci espone all’obbligo di svolgere diverse pratiche, tra cui quelle relative all’intestazione della propria autovettura e relative formalità presso l’agenzia assicurativa: vediamo dunque di affrontare la questione assicurazione auto e cambio residenza in maniera esaustiva, indicando cosa fare in questi casi per essere in regola e non rischiare nulla in caso di controlli.

Recarsi negli uffici del nuovo comune di residenza

La prima cosa che dovrete fare per avviare le pratiche è recarvi presso gli uffici comunali dove avete preso la nuova residenza, muniti di documento d’identità e codice fiscale, patente e targa del veicolo (oppure portandovi appresso il libretto di circolazione), richiedendo la modulistica necessaria per il cambio residenza. Chiedete copia del modulo compilato e portatelo con voi, perché potrebbe tornarvi utile in caso di controllo da parte delle Forze dell’Ordine fino a quando non vi arriverà la variazione definitiva.

Il Comune comunicherà alla Motorizzazione Civile

Una volta svolte queste pratiche non dovrete essere voi a recarvi presso gli UMC (Uffici di Motorizzazione Civile), ma sarà il Comune nel quale avrete preso la nuova residenza a mettersi in contatto con essi e spedire loro il modulo di richiesta e la documentazione allegata.

assicurazione auto cambio residenza

Richiedere la variazione sul CdP

Quando vi arriverà l’adesivo da applicare al libretto di circolazione recante la nuova residenza voi sarete già in regola con gli obblighi di legge, ma se desiderate richiedere la variazione anche sul Certificato di Proprietà potrete fare domanda al PRA (Pubblico Registro Automobilistico), recandovi con il vecchio CdP o con il foglio complementare e copia della carta di circolazione aggiornata; vi verrà rilasciato un nuovo CdP con segnalata la vostra attuale nuova residenza.

Assicurazione Auto e Cambio Residenza: attenzione alle variazioni di premio

Quando avrete il libretto di circolazione aggiornato potrete finalmente recarvi presso l’agenzia assicurativa con la quale avete stipulato il contratto RC Auto e richiedere la variazione anche sulla vostra polizza. I casi a questo punto sono due:

  • la tariffa ricalcolata sul vostro nuovo comune di residenza vi restituirà una polizza con un premio più alto: in questo caso sarete chiamati a sborsare la differenza di premio esclusivamente per i giorni che mancano alla scadenza dell’annualità assicurativa
  • la tariffa sarà più bassa (o rimarrà invariata), in questo caso vi spetterà un rimborso del premio netto calcolata dal giorno dell’avvenuta variazione fino alla scadenza dell’annualità (nel caso non ci siano variazioni tariffarie ovviamente nulla vi sarà dovuto)

fate molta attenzione a non dimenticare di comunicare tali variazioni alla compagnia assicurativa, poiché questa in caso di sinistro potrebbe rivalersi su di voi dopo avere pagato il risarcimento, essendo obbligatorio comunicare tempestivamente alla compagnia qualsiasi variazione possa influire sulla determinazione del premio assicurativo.

Fino alla fine dell’annualità non potrete cambiare compagnia assicurativa, di conseguenza non avrete la possibilità di cercare preventivi RC Auto convenienti su internet o presso le agenzie di assicurazioni, ma quando vi arriverà l’attestato di rischio (controllate che anche questo rechi la nuova residenza!).

Share.

Commenta qui