Guida in Stato Ebbrezza e Concorsi Pubblici: tutta la Verità

0

Siete in molto a domandarci se il reato di guida in stato di ebbrezza, una volta segnato sulla fedina penale, comporti l’esclusione dai concorsi pubblici oppure se ci sia la possibilità che venga chiuso un occhio a riguardo. Sebbene l’argomento principale del nostro sito siano le assicurazioni, come spesso accade in caso di domande frequenti abbiamo voluto fare questo articolo “di servizio”, per dare modo agli utenti di approfondire un dettaglio importante, comunque connesso al mondo della sicurezza stradale; ecco dunque tutta la verità riguardo all’argomento “guida in stato ebbrezza e concorsi pubblici”.

Non tutti i concorsi pubblici sono uguali

Partiamo con lo spiegare un piccolo dettaglio che chiarisce immediatamente come mai si trovino su internet risposte tanto discordanti tra loro relative all’argomento guida in stato ebbrezza e concorsi pubblici: non ha senso parlare di concorsi in genere, poiché essi non sono tutti identici: ve ne sono alcuni per i quali è sufficiente la non menzione del reato, altri per i quali ciò non basta ed altri ancora (quelli in cui occorre avere specchiatissime qualità morali) in cui il solo fatto di essere stati condannati per un reato penale basterebbe a non potere essere ammessi alle prove.

Possiamo dire che ogni bando di concorso pubblico fa praticamente storia a sé, per cui bisogna valutare caso per caso il fatto se la guida in stato di ebbrezza possa costituire o meno motivo di esclusione (o non ammissione), anche se nella maggior parte dei casi tenete presente che ciò che interessa realmente allo Stato non è tanto se voi in gioventù abbiate guidato ubriachi o sopra il limite almeno una volta, quanto piuttosto se abbiate mai commesso reati contro la Pubblica Amministrazione!

guida in stato ebbrezza e concorsi pubblici

Casellario a richiesta dell’interessato o per ragioni di giustizia?

Altra importante distinzione da fare è quella relativa al casellario giudiziale: se nel casellario a richiesta dell’interessato possono intervenire la non menzione del reato o la cancellazione dello stesso, in quello per ragioni di giustizia rimane segnato praticamente tutto; se per quanto riguarda le aziende provate escludiamo che esse possano legalmente accedere ai vostri trascorsi penali ormai estinti, cancellati o non menzionati, lo Stato ovviamente fa un po’quello che ritiene opportuno (un grande classico a riguardo è quello dei concorsi militari), e può anche andare a controllare ciò che per gli altri invece non è più visibile.

Carichi pendenti e pene definitive

Discorso meno intricato per quanto riguarda i carichi pendenti: se quanto riportato nel casellario giudiziale va sempre riportato correttamente in caso di concorsi pubblici (diversamente si tratterebbe di false dichiarazioni, a loro volta punibili!), i carichi pendenti non vanno per forza menzionati, potete dunque attendere un eventuale decreto penale di condanna per rendere note eventuali sanzioni per guida in stato di ebbrezza in caso di pubblici concorsi.

Se avete un carico pendente per guida in stato di ebbrezza e dovete sostenere un concorso pubblico tirate dunque un sospiro di sollievo … e sperate che non arrivi prima della data fatidica un decreto penale di condanna a complicarvi la vita.

Conclusioni

In definitiva come avrete capito non esiste una risposta genericamente valida, una volta che la condanna è stata emessa definitivamente, ma occorre leggere i bandi volta per volta per scoprire la verità; noi ovviamente possiamo solo raccomandarci di fare molta attenzione alla violazione dell’art. 186 CdS, sia perché esiste qualche rischio che vi precluda alcune particolari carriere lavorative (es. quelle in magistratura, per le quali i requisiti di moralità richiesti sono altissimi), sia soprattutto per motivi legati alla sicurezza stradale e alla vostra incolumità personale.

Share.

Commenta qui