Le Assicurazioni investono in Startup

0

Chi ha detto che le compagnie assicurative debbano per forza investire tutte le loro risorse in titoli di Stato, obbligazioni e immobili?

Negli ultimi anni si vedono sempre più spesso le aziende assicurative finanziare startup (o aziende che sono partite come tali, e nel frattempo sono diventate solide realtà, emblematico il caso di Uber).

Vediamo in quali startup e in quali tecnologie investono le assicurazioni, scegliendo a tale proposito i 10 casi più emblematici, quelli in cui sembra si stia credendo maggiormente.

assicurazioni startup

Assicurazioni asiatiche e americane in prima linea

Si nota facilmente come le assicurazioni che credono maggiormente nelle startup sono quelle asiatiche e americane, mentre le europee fanno investimenti meno corposi a riguardo, i casi più interessanti sono:

  • PingAn e Lufax: la startup è attiva come piattaforma di presetiti online, e nel 2015 ha ricevuto dalla compagnia assicurativa la ragguardevole somma di 485 milioni
  • USAA e True Car: attraverso il sito internet Zag.com True Car offre servizi dedicati alle autovetture (tra cui un interessante analizzatore di prezzi), USAA li ha finanziati con 200 milioni di dollari nel 2011
  • China Life Insurance e Uber: il servizio alternativo ai taxi Uber ormai non ha bisogno di presentazioni, e China Life è il colosso assicurativo per eccellenza, li ha finanziati con 200 milioni di euro nel 2015
  • Prosper Marketplace e USAA: una piattaforma che mette in contatti prestatori e fornitori di prestiti, questo è Prosper Marketplace, nel 2015 ha ricevuto da USAA 165 milioni di dollari
  • IEX Group e MassMutual Ventures: la piattaforma di trading IEX è stata finanziata da MassMutual con 75 milioni di dollari
  • Coinbase e USAA: per chi avesse ancora dei dubbi il management di USAA crede molto nelle startup e nelle nuove tecnologie in genere, tanto che oltre agli investimenti visti sopra ha finanziato la piattaforma Coinbase (attiva nel settore dei Bitcoins) con 75 milioni di dollari
  • Betterment e Northwestern Mutual Capital: investimenti automatici e tax-efficience, questi sono i punti di forza di Betterment, piattaforma finanziata con 60 milioni di dollari da Northwestern
  • Cipher Cloud e TransAmerica Ventures: sicurezza e visibilità nell’ambito dei cloud (stiamo parlando di protezione dati sensibili), TransAmerica ha dato fiducia a Cipher Cloud, e ha anche versato loro 50 milioni di dollari
  • Personal Capital e USAA: altri 50 milioni di dollari da USAA, questa volta per finanziare i progetti di Personal Capital, un advisor finanziario tutto digitale
  • Life 360 e American Family Ventures: Life 360 è una app per Android e iPhone ottimizzata per la comunicazione tra famiglie, American Family ha premiato l’idea con 50 milioni di dollari

Investimenti sempre più corposi?

Se il 2014 è stato un anno di grandi investimenti in startup da parte delle assicurazioni sembra che nel 2015 il trend non si sia affatto invertito, ovviamente è presto per fare i conti, ma possiamo già ipotizzare che il fenomeno se non sarà in crescita quantomeno potrà stabilizzarsi, alla faccia di chi vede le compagnie assicurative come organizzazione poco proiettate verso il digitale e le innovazioni in genere.

Share.

Commenta qui