Diritto al Ripensamento e Polizza Auto

0

La tutela dei consumatori nell’ambito delle assicurazioni è un argomento spesso dibattuto dagli specialisti del settore, oltre che ovviamente dall’Ivass, organo di vigilanza in materia. Vediamo di fornire alcuni chiarimenti riguardo al legame tra Diritto al Ripensamento e polizza auto, in modo da fornire un’informazione chiara ed esaustiva a chi volesse approfittare di questa opportunità.

Come funziona il diritto al ripensamento nell’assicurazione RC Auto

Il contraente della polizza è il titolare del diritto al ripensamento, e può esercitarlo entro un termine massimo di 30 giorni da quando è stato informato della conclusione del contratto.

Il primo elemento da tenere in considerazione dunque è che l’esercizio di tale diritto non spetta al proprietario dell’auto, bensì ha chi ha sottoscritto la polizza (per approfondire il legame tra proprietario e contraente consigliamo di seguire il link).

La regola è valida anche in caso il contratto RC Auto sia stato sottoscritto a distanza, è il caso classico delle compagnie dirette, telefoniche o via internet, in cui l’accettazione alla stipula non avviene davanti a un intermediario fisico, e la sottoscrizione del documento di polizza avviene di norma diversi giorni dopo l’accettazione dello stesso, causa tempi postali di spedizione.

diritto ripensamento polizza auto

Come esercitare il diritto al ripensamento

L’Ivass informa che generalmente il modo migliore di esercitare il recesso da una polizza RCA è la raccomandata a/r; ovviamente questo metodo è praticamente l’unico a vostra disposizione nel caso di contratti conclusi a distanza (ci sarebbe anche il fax a dire il vero, ma non complichiamoci la vita), nel caso aveste sottoscritto il contratto presso un’agenzia o l’ufficio di un broker tuttavia nessuno vi impedisce di recarvi fisicamente davanti agli impiegati per esercitare il ripensamento, facendovi rilasciare una copia datata e sottoscritta di quanto scriverete.

Come funziona il rimborso RC Auto

A seguito dell’esercizio del diritto al ripensamento vi spetta il rimborso della cifra eventualmente pagata per la polizza auto. Tenete conto che non riceverete di diritto l’intera cifra pagata, poché ad essa verranno sottratte:

  • la cifra relativa ai giorni di contratto dei quali avete effettivamente goduto
  • le spese sostenute per l’emissione del contratto (se queste sono indicate chiaramente nel documento di polizza)

il tempo massimo che la compagnia di assicurazioni ha per rimborsarvi i soldi dell’RC Auto è di 30 giorni, oltre i quali dovrà corrispondervi anche gli interessi di mora per il ritardato pagamento (calcolati secondo il tasso di interesse legale).

 

 

Share.

Commenta qui