Anche chi guida senza assicurazione può chiedere il risarcimento danni

0

Se pensavate che chi non stipula l’RC Auto di legge poi non abbia diritto al risarcimento del danno nel caso subisca un incidente … sbagliavate! Questo è il senso della sentenza giunta il giorno 13 luglio dal Giudice di Pace di Pozzuoli, avv. Italo Bruno, che carte alla mano ha deciso che chi guida senza assicurazione può chiedere il risarcimento né più né meno di chi è in regola con i pagamenti. Siamo andati a leggere la sentenza, per comprendere meglio le motivazioni, e questo è quanto ne è scaturito.

L’art. 193 CdS e 1227 C.C. non pongono divieti

Il motivo principale per il quale il giudice di pace di Pozzuoli ha sentenziato che anche chi guida senza assicurazione può chiedere il risarcimento danni risiede nel fatto che l’art. 193 del Codice della Strada (Obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile) e art. 1227 del Codice Civile (Concorso del fatto colposo del creditore) di fatto non pongono alcun divieto al risarcimento per il fatto che non si sta circolando con l’RC Auto di legge regolarmente pagata.

senza assicurazione risarcimento

La violazione degli obblighi comporta altre implicazioni

Dalla lettura degli articoli interessati risulta dunque evidente che il danneggiato possa fare richiesta danni alla compagnia assicurativa, come è di fatto avvenuto in questo caso, poiché le sanzioni per l’avere posto in circolazione il mezzo sprovvisto di copertura assicurativa non prevedono il mancato pagamento del danno, bensì una multa che va da 848 € a 3.393 €, oltre al fermo amministrativo del veicolo.

La circolazione senza assicurazione non è un reato perseguibile d’ufficio

A ulteriore conferma di quanto stabilito dal giudice di pace di Pozzuoli vi è il fatto che la circolazione senza polizza RC Auto non è un reato perseguibile d’ufficio, bensì una semplice violazione del Codice della Strada, che può dare atto se notificata al pagamento delle sanzioni previste, ma non incide su altri diritti del proprietario del mezzo, quindi nemmeno sul suo diritto ad essere risarcito quando danneggiato.

In definitiva non ci sentiamo di dare torto all’avv. Italo Bruno, leggi alla mano la circolazione senza assicurazione non implica in alcun modo il divieto a chiedere e ottenere il risarcimento nel caso si venisse danneggiati, questo non deve ovviamente essere un incentivo a non fare l’assicurazione, o peggio ancora a stipularne una falsa, anche perché le multe e il fermo del veicolo dovrebbero comunque risultare ottimi deterrenti, ma siccome siamo convinti che le leggi debbano essere applicate le compagnie assicurative dovrebbero dare l’esempio per prime, smettendo di opporsi al risarcimento nei confronti di chi circola senza la polizza di legge.

Share.

Commenta qui