Come aprire un’agenzia assicurativa

0

Nonostante questi siano tempi di crisi per tutti, l’idea di aprire un’agenzia assicurativa è tuttora considerata interessante da molte persone, desiderose di compiere un investimento duraturo per la vita ed esercitare una professione che -per quanto sia impegnativa- può essere densa di soddisfazioni. Vediamo dunque come aprire un’agenzia assicurativa, distinguendo tra i casi più comuni, e quali sono i consigli per avviare al meglio questa attività.

Requisiti per aprire un’agenzia assicurativa

A meno che non vogliate limitarvi a finanziare l’apertura senza poi fare l’agente, dovete tenere conto che per aprire un ufficio di assicurazioni dovrete essere regolarmente abilitati all’esercizio dell’attività di agente (tramite iscrizione al RUI sez. A): l’esame da sostenere è tutt’altro che semplice, ma con impegno e passione riuscirete a passare sia la prova scritta che quella orale. Una volta sostenuto positivamente l’esame Ivass potrete pensare effettivamente all’apertura dell’ufficio.

come aprire un'agenzia assicurativa

La scelta della sede

Non è necessario per forza investire in un appartamento prestigioso nel centro di una metropoli: ho visto aprire agenzie assicurative di grande successo anche in locali modesti, certo avere un minimo di passaggio aiuta! se volete puntare anche sulle polizze RC Auto il consiglio è quello di cercare un ambiente al pian terreno di un edificio di passaggio, perché in quel caso i clienti entreranno spontaneamente a richiedere un preventivo, se invece vi dedicherete maggiormente alle aziende, alle polizze infortuni e alle coperture sanitarie potete anche scegliere una location più appartata, intanto i clienti dovrete cercarli voi, o i vostri collaboratori, e l’ufficio vi servirà più per stampare i preventivi e ricevere i clienti già in portafoglio che per raccogliere chi entra spontaneamente.

Franchising: una possibilità low cost

Se non volete imbarcarvi nell’impresa di aprire un’agenzia assicurativa in totale autonomia, cosa che può portare a fideiussioni o cauzioni consistenti, o comunque a dovere spendere molti soldi, un’alternativa low cost potrebbe essere quella del franchising di assicurazioni; in questo caso potete scegliere un’opzione che non preveda il pagamento di una entry fee, farvi fornire il materiale necessario (o parte di esso) dall’azienda madre, e avere la possibilità di offrire servizi aggiuntivi alla normale produzione di polizze assicurative.

Rilevare una’agenzia preesistente

Se viceversa avete un patrimonio consistente da investire, potete valutare l’ipotesi di rilevare un’agenzia assicurativa già in attività, ovviamente completa di portafoglio; si tratta di un’operazione un po’più complessa, specialmente per quanto riguarda la valutazione del portafoglio che andrete ad acquistare, ma vi garantirà entrate fin da subito, diversamente dovrete ovviamente mettere in conto che nei primi mesi, partendo da zero, il portafoglio clienti sarà troppo esiguo per potere ottenere guadagni soddisfacenti, che arriveranno nel corso del tempo e grazie a un duro lavoro di acquisizione di nuova clientela.

Share.

Commenta qui